5 ragioni per cui farsi volontariamente arrestare

Ecco perché alcune persone hanno volontariamente scelto di trascorrere la loro vita dietro le sbarre di una cella.

di Simona Vitale 27 agosto 2013 11:48

La maggior parte delle persone non vuole andare in prigione. Tuttavia, ci sono alcune persone che hanno pensato che fosse nel loro interesse vivere tra quattro sbarre. 

Diamo dunque un’occhiata ai motivi per cui delle persone possono scegliere volontariamente di farsi arrestare, come ci suggerisce Oddee.com.

1. Essere un senzatetto

http://newsone.com/139781/recession-increases-interest-in-homelessness-in-america/

http://newsone.com/139781/recession-increases-interest-in-homelessness-in-america/

La vita non è facile senza un tetto sulle spalle. Lo sa bene un ex detenuto della Georgia che, subito dopo essere stato rilasciato dal carcere per una rapina in banca, ha scagliato dei mattoni attraverso i vetri delle finestre di alcuni edifici federali nel 2011, in modo da essere rispedito dietro le sbarre. Lance Brown ha riferito di avere fame e di non avere una casa, così avrebbe preferito passare il tempo dietro le sbarre di una prigione federale invece che rimanere per strada. Brown ha già scontato complessivamente 10 anni in prigione, che, probabilmente considera la sua vera casa.

2. Per smettere di fumare

http://www.sacsheriff.com/

http://www.sacsheriff.com/

Vuoi toglierti il vizio del fumo? Puoi fare come ha fatto una donna e assalire un ufficiale di polizia. Etta Lopez, 31 anni, ha presumibilmente camminato verso un vicesceriffo mentre stava lasciando il suo turno al Sacramento County Jail e ha iniziato a schiaffeggiarlo, senza motivi apparenti. La Lopez è stata prontamente messa agli arresti e gettata in gattabuia – proprio come lei riferito volesse.Perché? Etta Lopez ha detto di voler essere arrestata in modo da poter smettere di fumare

3. Amicizia

http://www.rcmp-grc.gc.ca/mb/detach/islandlake-eng.htm

http://www.rcmp-grc.gc.ca/mb/detach/islandlake-eng.htm

Ora che il tuo amico è in galera e non hai nessuno con cui giocare, che cosa fai? Dai alle fiamme una stazione di polizia in fiamme e ti unisci a lui, naturalmente. Questo è quello che due ragazzi canadesi di 13 e 14 anni di età hanno fatto. I due sono stati arrestati con l’accusa di incendio doloso dopo aver dato alle fiamme una Royal Canadian Mounted Police station in una comunità di Manitoba, in Canada. Sembra che i due volessero andare nel carcere di Winnipeg per vedere un loro amico, anche lui detenuto per incendio doloso. Ecco a cosa servono gli amici.

4. Per disintossicarsi dall’eroina

http://theridgewoodblog.net/the-grim-life-of-north-jerseys-suburban-heroin-addicts/

http://theridgewoodblog.net/the-grim-life-of-north-jerseys-suburban-heroin-addicts/

Non c’è modo migliore per ottenere l’H outta il sistema di chiudersi in una stanza di essere lasciata sola con niente ma la vostra mente, a la Trainspotting . Questo è esattamente il motivo per cui un giovane di 20 anni, residente dell’Ohio ed eroinomane, Dillon Stames, si è fatto arrestare nell’estate del 2012. La polizia ha detto che Stames ha violato un ordine di protezione temporanea quando ha visitato la casa di sua madre nelle prime ore di una notte ed è stato prontamente arrestato dopo che ha chiamato il 911. Stames si è seduto e ha aspettato che la polizia sopraggiungesse e ha detto loro che 30 giorni dietro le sbarre lo avrebbe aiutato a disintossicarsi dall’eroina.

5. Sanità

Frank J. Morrocco era stanca di "vivere in una prigione" quando si tratta di l'americano sistema sanitario , così ha deciso di tornare a una vita dietro le sbarre. Morrocco, 46 anni, un ex detenuto da Amherst, New York, che soffre di leucemia , non poteva permettersi di salute di assicurazione al suo rilascio dal carcere nel 2012 dopo aver scontato 20 anni per reato di cospirazione droga. Lui aveva bisogno disperatamente, così ha fatto quello che doveva per farlo, lui shoplifted con l'intento di essere arrestato. Morrocco sapeva di poter ottenere l'assistenza sanitaria di cui aveva bisogno in prigione. tutto quello che doveva fare era violare la libertà condizionale Nulla è certo nella vita, tranne per la morte, le tasse, e l'aggravamento dagli Stati Uniti sistema sanitario . Read more at http://www.oddee.com/item_98692.aspx#MZXybybbEgEu1iDH.99

Frank J. Morrocco era stanco di dover subire i danni del sistema sanitario americano, così ha deciso di tornare a una vita dietro le sbarre. Morrocco, 46 anni, un ex detenuto di Amherst, New York, che soffre di leucemia , non poteva più permettersi di pagare la sua assicurazione sanitaria dopo essere stato rilasciato nel 2012 dal carcere nel quale aveva scontato 20 anni di reclusione per reati concernenti la droga. Avendo disperatamente bisogno delle cure, si è fatto arrestare. Morrocco sapeva di poter ottenere l’assistenza sanitaria di cui aveva bisogno in prigione. Tutto quello che doveva fare era violare la libertà condizionale Nulla è certo nella vita, tranne la morte, le tasse, e l’aggravamento del sistema sanitario degli Stati Uniti.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti