WhatsApp diventa a pagamento? La bufala del 4 luglio è virale

Alcuni dettagli sul messaggio virale che gira tanto sui social in queste ore

di Roberto S. 4 Luglio 2019 10:25

WhatsApp diventa a pagamento? Questa la domanda che in tanti si pongono, tra le altre cose a distanza di poche ore dal bug che ha costretto diversi utenti a non scaricare immagini e audio per diverse ore come avrete notato dal nostro articolo di ieri. Ebbene, a completare il quadro non proprio esaltante per quella che è di gran lunga l’app più popolare in Italia in questo periodo storico, va segnalata la bufala in circolazione sui social oggi 4 luglio. Una notizia che, al netto di una potenziale spesa minima per gli utenti su base annuale, sta creando apprensione.

Dire “WhatsApp diventa a pagamento”, infatti, in queste ore vuol dire dare ossigeno ad una fake news. Dallo staff non sono mai pervenute comunicazioni di questo tipo e a detta degli esperti di settore non ci saranno passi indietro sotto questo punto di vista. Per farci un’idea di quello che sta avvenendo, voglio condividere con voi lo spezzone finale del messaggio incentrato sulla catena di cui tutti parlano in questa fase:

“AVVISO FINALE “Non ignorare per favore leggilo attentamente” Ciao, io sono VARUN PULYANI direttore di whatsapp, questo messaggio è di informare tutti i nostri utenti che abbiamo venduto whatsapp a Mark Zuckerberg per 19 miliardi di $.

WhatsApp è ora controllato dal marchio zuckerberg. Se hai almeno 20 contatti, questo sms e il logo di whatsapp cambieranno in una nuova icona con la “f” di Facebook entro 24 ore.

Inoltra questo messaggio a più di 10 persone per attivare il tuo nuovo whatsapp con i servizi di Facebook o il tuo account sarà cancellato dai nuovi server.

Questo è l’avviso finale! Ciao a tutti, sembra che tutti gli avvertimenti fossero reali, l’uso di WhatsApp costa dall’estate 2017”.

Insomma, non sarà né la prima né l’ultima volta che dovremo fare i conti con queste fake news. Di sicuro occorre mettere un freno alla vicenda di “WhatsApp diventa a pagamento”, in relazione a quanto abbiamo avuto modo di raccogliere proprio in questi giorni. State certi che un eventuale messaggio di questo tipo, se veritiero ed ufficiale, non verrà diffuso tramite una catena del genere. Restate con noi per saperne di più.

Tags: whatsapp
Commenti