Vita da mamme a tempo pieno: come gestire impegni, faccende domestiche e spese

Una mamma a tempo pieno, deve affrontare sia pro che contro di questa vita. Per prima cosa, ha la possibilità di essere sempre presente

di Redazione 24 Febbraio 2022 17:36

Le mamme sanno bene che la vita è tutto fuorché semplice, dato che devono sempre barcamenarsi fra mille impegni, senza per questo avere il dono dell’ubiquità. Si tratta di un vero e proprio lavoro a tempo pieno, che richiede attenzione e soprattutto una sana dose di programmazione, per riuscire a fare tutto quanto senza stress, rispettando ogni scadenza. Ecco perché oggi approfondiremo alcune informazioni e alcuni consigli utili per organizzare al meglio la giornata, tra impegni e faccende domestiche.

Cosa vuol dire essere una mamma a tempo pieno

Andando al di là del retroterra culturale delle donne che devono badare ai figli, oramai del tutto sorpassato, va detto che una mamma a tempo pieno deve affrontare moltissimi impegni. La casa può diventare un autentico nemico, così come l’orologio, sempre più spesso tiranno. È dunque molto importante sapersi destreggiare fra le faccende domestiche, calcolando i tempi come un matematico, e riuscendo a incastrare tutti i tasselli del mosaico nel posto giusto. È chiaro che una mamma non può fare tutto da sola, e che anche il papà deve dare una grande mano d’aiuto. Bisogna quindi dividersi i compiti, cercando di andare incontro alle esigenze di entrambi, ma come sempre con lo scopo di non far mancare nulla ai bimbi. Purtroppo le donne tendono spesso ad assumersi il carico maggiore di questo impegno, ma capita anche ai papà che stanno a casa, quando sono loro a dover fare i “mammi” a tempo pieno. Tra faccende domestiche, gli impegni e le spese relative alla casa, non sempre risulta semplice tenere tutto sotto controllo. Per risparmiare sui costi in bolletta, ad esempio, si potrebbero scegliere alcune soluzioni vantaggiose come le offerte di luce e gas proposte da VIVI energia, per citare un’opzione, che si adattano facilmente alle esigenze di tutte le mamme a tempo pieno e, di conseguenza, alle loro famiglie.

Importante, poi, non dimenticare di ritagliarsi un piccolo spazio di tempo da dedicare a sé: anche la mamma più impegnata del mondo non deve mai rinunciare ad un momento di relax, utile per ricaricare le energie e ripartire al meglio.

Vantaggi e svantaggi di essere una mamma a tempo pieno

Una mamma a tempo pieno, deve affrontare sia pro che contro di questa vita. Per prima cosa, ha la possibilità di essere sempre presente quando i bimbi hanno bisogno di qualcosa, ma questo può anche causare stress e nervosismo. Trascorrere molte ore in casa con il proprio bambino vuol dire anche perdere un po’ il contatto con l’esterno, rinunciare ad alcune attività fuori dal contesto domestico. Di contro, una mamma a tempo pieno può godersi tutti gli eventi principali della crescita di un figlio, come i primi passi e le prime parole. Pur essendo un lavoro a tempo pieno, e pur essendoci delle scadenze, una mamma può sempre organizzarsi come meglio crede.

Basta un pizzico di propensione alla programmazione per riuscire a trovare del tempo per curare sé stesse. Infine, nonostante lo sforzo, la fatica e gli impegni che una mamma a tempo pieno deve gestire, stare in casa vuol dire anche poter coltivare alcune passioni come la cucina e il cucito, interessi che, spesso, chi lavora fuori casa dalla mattina alla sera deve lasciare da parte.

Commenti