Venezia, un altro suicidio a causa della crisi

Un altro suicidio dovuto alla crisi è avvenuto nel veneziano, dove un uomo si è tolto la vita impiccandosi.

di Elena Arrisico 7 Maggio 2012 13:25

Continuano i suicidi a causa della crisi, adesso è la volta di un artigiano di 40 anni residente a Martellago – in provincia di Venezia – che ha deciso di togliersi la vita a causa dei problemi economici e della depressione che ne era derivata.

L’uomo, prima di commettere il gesto, ha inviato un SMS all’ex fidanzata per avvisarla che, di lì a poco, si sarebbe impiccato nella sua abitazione. La tragedia è avvenuta nella notte tra venerdì e sabato, mentre la donna aveva il cellulare spento. Una volta acceso, si è accorta di cosa era successo e si è precipitata con un amico presso la casa dell’ex, ma era troppo tardi. La donna ha allertato la polizia e ha chiamato i soccorsi dopo aver trovato il corpo, ma ormai non c’era più nulla da fare.

L’uomo soffriva di depressione, a causa delle difficoltà economiche crescenti. Non riusciva più, infatti, a pagare il mutuo della propria casa, data la crescente difficoltà di dover lavorare come muratore con scarse entrate, a causa della mancanza di lavoro.

Commenti