Uccide la madre a coltellate, poi chiama i soccorsi: “Salvatela”

Sembra che Vincenzo Ausilio, 40 anni, soffrisse di bipolarismo e fosse da sempre costretto a prendere farmaci che gli garantivano una vita normale.

di Simona Vitale 22 Novembre 2012 11:11

Vincenzo Ausilio, 40 anni, di Salerno, ha ucciso la madre, Assunta Bove, 77 anni, a coltellate. La tragedia ha avuto luogo al sesto piano di un condominio di via Porzio, nel rione Petrosino della città campana. Sul luogo dell’omicidio sono intervenuti i carabinieri, allertati dai vicini di casa. Sembra che però, come riportato da Il Mattino, sia stato lo stesso Ausilio a lanciare l’allarme per ciò che aveva fatto in un momento di lucidità. L’uomo ha infatti chiamato il 118 chiedendo che immediatamente fosse inviata un’ambulanza sul posto per far salvare sua madre.

Fermato dai Carabinieri, l’uomo è ora sotto interrogatorio per comprendere i motivi che lo hanno spinto al compimento del folle gesto. Ausilio soffre di bipolarismo e, da anni ormai la madre lo accudiva somministrandogli dei medicinali che gli hanno consentito di vivere una vita normale. Sui tempi e sulla dinamica dell’omicidio le forze dell’ordine stanno però rilevando delle incongruità, in quanto l’uomo avrebbe ucciso la madre nella serata di ieri con un coltello da cucina, ma avrebbe poi lanciato l’allarme soltanto nella mattinata.

Commenti