Trieste: crollo palco Jovanotti, nove avvisi di garanzia

L'accusa: omicidio e disastro colposo, lesioni e violazione misure antinfortunistica.

di Massimiliano Dramis 16 Dicembre 2011 19:10

Nove avvisi di garanzia sono stati emessi contro dirigenti e funzionari delle ditte che sono state incaricate di realizzare il palco all’interno del PalaTrieste dove la sera del 12 dicembre scorso si sarebbe dovuto svolgere il concerto di Jovanotti. Ma l’impalcatura crollò durante la messa in opera schiacciando il giovane Francesco Pinna, morto sul colpo a soli 20 anni. Gli avvisi di garanzia sono stati emessi dalla Procura di Trieste.

Il fascicolo è stato aperto per omicidio colposo, disastro colposo, lesioni e per sospetta di violazione della normativa antinfortunistica. Dagli stessi ambienti giudiziari si è appreso che il numero degli avvisi potrebbe aumentare già dalle prossime ore. Inoltre viene sottolineato che questo tipo di provvedimento “è finalizzato a garantire il diritto alla difesa degli indagati ed a consentire la nomina di periti e consulenti che dovranno appurare le cause del disastro”. Gli incarichi verranno disposti entro la prossima settimana. Titolare dell’inchiesta è il pm Matteo Tripani.

Commenti