Terremoto in Emilia: oltre 30 scosse nella notte, trema anche il Sud

La situazione in Emilia resta tragica mentre, durante la notte, ha tremato anche il Sud.

di Elena Arrisico 31 Maggio 2012 10:29

Un’altra notte è trascorsa in Emilia Romagna, dove si sono registrate oltre 30 scosse di terremoto. Secondo i rilievi effettuati dall’INGVIstituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – la scossa di terremoto più forte avvenuta nella notte è stata quella delle 4:16, con un magnitudo di 2.7.

Alcune scosse sono state registrate anche in Campania e Basilicata, dove alle 5:16 una scossa di terremoto di magnitudo 3 si è verificata al largo delle coste campane e lucane, nel golfo di Policastro. Secondo quanto reso noto dall’INGV, il sisma ha avuto ipocentro a 8,7 chilometri di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni di Ispani, Maratea, San Giovanni a Piro e Sapri. La scossa è stata avvertita dalla popolazione, ma non risultano danni, secondo quanto dichiarato dalla Protezione Civile, che ha effettuato dei controlli.

Intanto, in Emilia Romagna, si contano un totale di 17 morti, 350 feriti e di circa 15 mila sfollati, a causa dei violenti terremoti che l’hanno colpita in questi giorni.

Commenti