Terremoto in Emilia, ancora scosse questa mattina

La più forte è stata registrata stamane, poco prima delle 9 con magnitudo.3.9.

di Alessandro Mannocchi 4 giugno 2012 15:53

La terra sembra non volerne sapere di smetterla di tremare in Emilia. Dopo la forte scossa di ieri(5,1 di magnitudo), in mattinata sono continuate le scosse.

Nel giro di poche ore, secondo quanto ha comunicato la Protezione Civile, dalle 7,26 si e’ susseguita una serie di scosse la prima delle quali, con magnitudo 2.5 ed epicentro nelle localita’ prossime a Novi di Modena, Concordia e San Possidonio e Moglia nel mantovano.

La terra ha tremato ancora alle 8,55 con magnitudo 3.9 e la scossa e’ stata avvertita dalla popolazione tra le province di Modena e Mantova. Alle 9,21, una nuova scossa e’ stata registrata con magnitudo 3.2 e le localita’ prossime all’epicentro sono state sempre Concordia, San Possidonio e Mirandola. Sono state 35 le scosse registrate da mezzanotte a poco prima delle sette dall’istituto di geofisica in Emilia. Le piu’ forti si sono registrate intorno all’una e quaranta a pochi minuti di distanza con epicentro nelle campagne fra Medolla, Mirandola e Cavezzo e hanno avuto una magnitudo 3.2.

Oltre al terremoto, ci si mette pure il maltempo. Una violenta pioggia infatti, si sta abbattendo dalle prime ore di questa mattina in Emilia, sui comuni gia’ colpiti dal terremoto delle ultime settimane. La protezione civile sta allestendo nelle decine di tendopoli sparse su tutta la provincia, dei nuovi letti per consentire cosi’ agli sfollati che non avevano ancora richiesto l’assistenza delle tendopoli e che dormivano in tende private posizionate in parchi pubblici o giardini, di trovare riparo dalla pioggia.

Intanto oggi si celebra la giornata di lutto nazionale per ricordare le vittime del sisma. Le bandiere sugli edifici pubblici di tutta Italia saranno esposte a mezz’asta, ha spiegato Palazzo Chigi, e si è osservato un minuto di raccoglimento nelle scuole di ogni ordine e grado. Sono inoltre auspicate iniziative autonome da parte delle associazioni di categoria del commercio per la chiusura degli esercizi durante le esequie degli scomparsi e la modifica dei programmi televisivi nella giornata delle esequie. Un minuto di silenzio in tutti i luoghi di lavoro e bandiere sindacali esposte con il segno del lutto è l’indicazione delle segreterie nazionali di Cgil,Cisl, Uil. Un minuto di silenzio sarà fatto osservare anche in occasione di tutte le manifestazioni sportive.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti