Speed Test: cos’è e come farlo

Impariamo a conoscere meglio questa pratica una volta per tutte

di Maria Barison 11 Gennaio 2022 18:16

Lo speed test è un utile strumento per calcolare la velocità di connessione e la qualità della stessa. Con l’incremento dello smart working e l’aumento esponenziale dell’uso di internet da rete domestica per svolgere numerose attività a distanza, l’importanza di una connessione internet veloce e stabile è consecutiva.

Effettuare un test sulla velocità è sia un test preventivo per migliorare la rete, sia un test da ripetere nel tempo o ogni qualvolta si verifica un calo di prestazioni della rete. Il check aiuta a capire se il problema è della rete o del modem o del gestore. Lo speed test si può effettuare gratuitamente anche online oppure utilizzare quello fornito in dotazione dal proprio provider di servizi internet. Lo speed test si può fare su PC, smartphone e tablet tramite app.

Perché è importante effettuare lo speed test

Il calcolo della velocità di connessione è importante semplicemente perché permette di capire le prestazioni della propria rete rispetto anche al contratto stipulato. Gli operatori, infatti, sono obbligati a indicare la velocità della banda minima in download prevista dal contratto così come la banda massima, ma non sempre corrisponde all’effettiva velocità. Lo speed test permette di capire se la rete è veramente efficiente rispetto ai costi sostenuti.

Le informazioni che si ricevono con lo speed test risultano più attendibili se si effettuano senza utilizzare altri programmi software in esecuzione durante la verifica. I test si possono effettuare anche online, alcuni si lanciano direttamente sul browser senza installazione di altri programmi. I test online funzionano in modo semplice ed è sufficiente collegarsi al sito del tester e dare l’avvio alla verifica. Il check dura pochi secondi e subito dopo l’avvio compaiono i primi risultati sulla qualità di connessione. Il primo risultato evidente è il tempo che i dati impiegano a partire dal PC per giungere al server centrale e ritorno. Questo valore è indicato in “ping”. Successivamente compaiono i dati di qualità e velocità in download e upload, infine le informazioni sul proprio indirizzo IP e ISP.

La velocità di download è quella che indica la velocità con cui vengono scaricati e ricevuti i dati dalla rete. La velocità di upload, invece, determina la trasmissione dei dati dal proprio PC verso internet, il tempo e la velocità di trasferimento dei dati dal proprio dispositivo alla rete. A titolo esemplificativo, la velocità di download indica il tempo che impiega il proprio dispositivo a collegarsi a un sito internet o a scaricare un file, mentre la velocità di upload stabilisce il tempo che il dispositivo impiega a caricare un allegato o inviare un’e-mail.

Come si effettua lo speed test

Software e app – anche online – aiutano a fare la verifica. I gestori stessi forniscono strumenti per il calcolo dei dati.

Prima di effettuare il test occorre chiudere tutti i programmi in esecuzione, in particolare quelli che utilizzano connessioni e scambi dati come la posta elettronica, il VoIP, programmi di telefonia e verificare che non vi sia in corso alcun tipo di download o upload che potrebbero rallentare o bloccare o falsare il risultato dello speed test.

L’unica finestra aperta deve essere quella del programma di speed test che si avvia semplicemente cliccando sul tasto “invia”.

In pochi secondi, il programma rimanda i risultati sulla qualità della connessione, la velocità di download e upload. In base allo speed test che si utilizza si possono visualizzare anche altre informazioni o attivare funzioni come lo storico dei test effettuati e le statistiche per un miglior monitoraggio della performance della connessione.

Tags: internet
Commenti