Sindrome da rientro dalle vacanze, la soluzione è nell’acqua

Tutti i benefici della corretta idratazione per il ritorno dalle vacanze

di fabiana 30 Agosto 2019 9:00

Si chiama post vacation blues, ma in effetti si tratta di un’espressione inglese che può essere tranquillamente tradotta come sindrome da rientro: un disturbo che prima o poi ha toccato chiunque con sintomi ben evidenti e riconoscibili. 

Stress, irritabilità, stanchezza, mal di testa, ma anche incapacità di concentrarsi sono solo alcuni dei sintomi del cosiddetto ‘post-vacation blues’, un disturbo che interessa tutti coloro che faticano a rimettere in carreggiata corpo e mente dopo le vacanze. 

Il rientro alla normalità 

Tornare alla ‘vita di tutti i giorni’, riprendere il lavoro e dover fare i conti con la routine quotidiana non è facile. 

Dopo le vacanze, infatti, ritrovare le proprie abitudini potrebbe non essere facile: c’è bisogno di un po’ di tempo, ma anche di qualche piccolo accorgimento per cercare di ripartire senza troppo stress. 

Ma in nostro aiuto arriva l’acqua. 

Ebbene sì: sono sufficienti 8 bicchieri di acqua al giorno per poter contrastare efficacemente la sindrome da rientro. 

I benefici dell’acqua

L’acqua infatti rappresenta il 75% della massa cerebrale. È noto che esistono delle reali e conclamate associazioni tra corretta idratazione e buone performance cognitive. 

La disidratazione, anche lieve, causa infatti negativi sul vigore, ma anche sulla memoria a breve termine e sulla capacità di attenzione. come ricorda Elisabetta Bernardi, biologa specialista in Scienza dell’Alimentazione e membro dell’Osservatorio Sanpellegrino via Ansa. 

Una corretta idratazione, come dimostrato anche dai soggetti interessati dalla ricerca, dimostra invece che esiste un miglioramento nella sensazione di fatica, ma anche dei disturbi dell’umore, della memoria, dell’attenzione e della reazione agli stimoli. 

Insomma, l’acqua sembra essere veramente indispensabile quotidianamente oltre a rivelarsi un alleato perfetto per contrastare la penosa sindrome da rientro post vacanze. 

La corretta idratazione passa almeno attraverso l’assunzione 8 bicchieri d’acqua al giorno concedendosi spesso nell’arco della giornata delle pause-idratazione anche lontano dai pasti. 

Come scegliere l’acqua

L’acqua infatti è un nutriente che offre al corpo tanti altri elementi importanti, come per esempio il magnesio.

È allora importante saper scegliere anche il tipi di acqua giusta che sia ricca di micronutriente che può aiutare l’organismo a ritrovare il proprio equilibrio psichico ed emotivo e soprattutto quando i disturbi dell’umore cominciano a essere più frequenti per poter regolare l’umore e i livelli di stress. 

Idratazione e corretta alimentazione 

Oltre a una corretta e costante idratazione è anche importante abbinare una sana alimentazione che consorte di godere del corretto benessere psico-fisico. 

Dopo le vacanze, quando magari ci si concede qualche stravizio, è anche importante riuscire a riprendere i ritmi di una corretta alimentazione. 

Ma non solo acqua e corretta alimentazione. 

A constatare in modo efficace i disturbi dell’umore dopo la vacanze arriva in nostro soccorso l‘acido folico, presente principalmente nelle verdure verdi, nella frutta, nei legumi, utile per contrastare il rischio di depressione; la vitamina B e l’omega 3 di cui è ricco il pesce che aiutano a contrastare i disturbi dell’umore. 

Come superare la sindrome da rientro, i consigli 

Oltre alla corretta idratazione è anche possibile contrastare la sindrome dello stress da rientro dalle vacanze attraverso una serie di piccoli suggerimento. 

1. Pianificare il ritorno qualche giorno prima

Meglio cercare di tornare dalla vacanza qualche giorno prima per gestire meglio organizzazione e riposo ed essere pronti psicologicamente.

2. Sport e attività fisica contro il trauma da rientro dalle vacanze

Meglio rimettersi subiti in forma, tornare in palestra o praticare il vostro sport preferito contribuirà a far aumentare il livello di endorfine recuperando la forma pre vacanze. 

3. Attenzione all’alimentazione

Mangiare sano e mangiare di tutto consente di fare il pieno di energie e vitamine. Perfetta l’uva, ricca di melatonina per contrastare la sindrome da rientro. 

4. Programma un weekend fuori

Meglio pianificare un mini-break fuori porta per non spezzare del tutto con le vacanze. 

5. Combattere il rientro dalle vacanze con gli amici

È buona regola non trascurare la vita sociale vedendo gli amici e uscendo. 

6. Concentrati sulle tue passioni e sui tuoi hobbies

Seguire le vostre passioni e i vostri hobby che vi consentono di ritrovare l’energia perduta. 

Commenti