Capodanno, come smaltire i postumi

Le dritte dell’Aduc per intervenire sulla sbornia senza ricorrere necessariamente ai farmaci.

di fabiana 1 gennaio 2018 10:00
SBORNIA, capodanno

C’è chi ha mangiato più del solito e chi magari ha alzato un po’ il gomito: spesso e volentieri i postumi dei festeggiamenti del Capodanno accusati il 1 gennaio non sono del tutto innocui creando malessere generalizzato a livello fisico.

Mal di testa, stanchezza, nausea e sudore sono solo alcuni dei sintomi più diffusi che si accusano dopo i festeggiamenti di Capodanno. Ma come superare al meglio quello che gli anglosassoni chiamano hangover?

Le dritte arrivano dall’associazione Diritti Utenti e consumatori (Aduc) che rilascia qualche utile consiglio anche per non ricorrere necessariamente ai farmaci. 

Il mal di testa è uno dei sintomi più diffusi quando si è ecceduto con l’alcool e i brindisi che si manifesta con molti frequenti sintomi. 

Sono presenti effetti diuretici e con effetto disidratante, la sensazione della bocca secca e l’eliminazione di elementi come il pixpotassio che trasmette un senso di spossatezza.

Altro effetto diffuso è quello ipoglicemico, con diminuzione dei livelli di glucosio e stanchezza, ma anche dilatante, con aumento del lume dei vasi sanguigni senza dimenticare l’effetto tossico, per la formazione della aldeide formica e sostanze nocive che causano il mal di testa e la conseguente nausea. 

Per arginare i sintomi senza dover necessariamente ricorrere ai farmaci, si consiglia di reidratare l’organismo fin dal giorno dopo praticamente bevendo acqua e ancora acqua.

Anche il latte potrebbe essere utile visto che reintegra gli elementi minerali. Secondo alcuni anche le uova possono essere utili visto che contengono un amminoacido, la cisteina, che aiuta ad eliminare le le tossine.

Importante anche la presenza del caffè, un vasocostrittore e tonico che può aiutare.

Ed ecco il frullato – panacea incitato per il risveglio: il consiglio è di preparare un frullato a base di latte e gelato (che contengono acqua, zucchero e minerali), banana (potassio), caffè (tonico) e in un uovo fresco (cisteina).

photo credits | instagram

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti