Sciopero nazionale dei trasporti, caos il 24 e il 26 luglio 

I sindacati sfidano il governo e confermo il doppio sciopero nazionale 

di fabiana 22 Luglio 2019 9:00

Penultima settimana di luglio all’insegna degli scioperi: i sindacati sfidano il governo bloccando il trasposto pubblico, fra aerei, treni e trasporti pubblici. E si annuncia il caos nelle giornate di mercoledì 24 e di venerdì 26 luglio. 

Nonostante la convocazione al tavolo del Mit prevista per martedì 23 luglio, i sindacati hanno già confermato lo sciopero nazionale dei trasporti che verrà suddiviso in due giornate. 

Causa dello sciopero, l'”immobilismo” del governo, ma anche il sostegno della vertenza Alitalia (che ha scelto Atlantia come partner). 

Mercoledì 24 luglio si fermano tutti i settori del trasporto pubblico locale, ma anche ferroviario, merci e logistica, marittimo e porti, autostrade, taxi, autonoleggio.

Tutto fermo con notevole disagio per i viaggiatori e i lavoratori. 

Venerdì 26 luglio incrociano invece le braccia i lavoratori del trasporto aereo. 

Sciopero nazionale il 24 luglio in tutti i settori dei trasporti e il 26 luglio nel trasporto aereo. 

È il proclama della Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti che si accompagna alla protesta e al sostegno alla piattaforma unitaria di proposte ‘Rimettiamo in movimento il Paese’ indirizzata al Governo. 

I sindacati chiedono si poter avviare un confronto su trasporti, infrastrutture e renderle più efficienti anche per evitare la concorrenza sleale tra le imprese dando “priorità alla sicurezza dei trasporti e sul lavoro, nonché alla tutela ambientale e sul diritto di sciopero”. 

Gli orari dello stop 

La giornata peggiore sarà senza dubbio quella del 24 luglio dato che interesserà tutti i settori del trasporto pubblico eccezion fatta per gli aerei: stop al trasporto pubblico locale che sarà di 4 ore, ma con modalità diverse in base alle città.

A Roma lo sciopero del 24 luglio che coinvolge autobus, metro e tram previsto dalle 12.30 alle 16.30, a Milano stop dalle 18 alle 22. 

Stop anche ai treni per 8 ore dalle 9 alle 17, merci e logistica, trasporto marittimo e i porti, le autostrade, i taxi, l’autonoleggio. 

Il 26 luglio fermo il trasporto aereo, ad esclusione dei controllori di volo di Enav, per 4 ore dalle 10 alle 14.

Commenti