Ryan Kennedy, bambino affetto da tumore, chiede lo stop alle cure

Dopo anni di trattamenti il piccolo ha deciso di trascorrere il tempo che gli rimane a casa, come un bimbo normale, circondato dall'amore della sua famiglia.

di Simona Vitale 14 Maggio 2012 23:39

La vita è un dono prezioso ed è giusto onorarla nel migliore dei modi. Ma a volte, si può anche scegliere di morire. Morire per la stanchezza di una lotta dalla quale non si può uscire vincenti. Ne sa qualcosa un bambino statunitense di soli 9 anni, Ryan Kennedy, che ha deciso di morire. Dal 2007, Ryan ha subito sette interventi chirurgici, due cicli di radiazioni e quattro diversi tipi di chemio nella sua battaglia contro l’ependimoma, una forma rara aggressiva di cancro al cervello. Ma dopo anni di trattamenti estenuanti e dolorosi, il piccolo, alunno di quarta elementare, ha recentemente detto alla sua mamma di averne abbastanza. Questo perché una TAC, fatta nello scorso mese di febbraio, ha rivelato che il suo tumore aveva raddoppiato le dimensioni rispetto al mese di novembre.

Stop alle cure. E così, con il sostegno di sua madre, Kimberly Morris-Karp, Ryan ha scelto di trascorrere il poco tempo che gli rimane con la sua famiglia, facendo le cose che ama fare. Come un bambino normale. A casa sua, circondato dall’affetto dei suoi cari. La triste storia ha colpito migliaia di persone e mobilitato un gruppo di studenti di Clarkston, nel nord del Michigan, dove il piccolo vive, che hanno raccontato su Twitter la sua storia.

Nel giro di pochi giorni il bambino è diventato famosissimo sul social network, catturando anche l’attenzione di stelle del calibro di Britney SpearsKim Kardashian, che cercano di fare in modo che la lotta per la sopravvivenza del piccolo vada avanti. “Ho mostrato a Ryan che anche Britney Spears aveva twittato il suo nome e lui si è messo a piangere e ha detto: Mamma, sono commosso che così tante persone là fuori si stiano preoccupando per me” ha raccontato la madre di Ryan.

L’hashtag #ryankennedy ha conquistato il mondo di Twitter ed è rimasto tra i primi 20 trending topic lo scorso fine settimana negli Stati Uniti e Canada, così come anche nella top ten di Messico, Brasile, Germania, Indonesia, Spagna, Regno Unito e Paesi Bassi. Al momento, le condizioni del piccolo rimangono incerte e i medici non sanno se Ryan arriverà a festeggiare il suo decimo compleanno, che ricorrerà il prossimo 24 maggio.

Commenti