Processata blogger in Vietnam, la madre si dà fuoco

Disperata e convinta dell'ingiustizia subita dalla figlia la donna si è data fuoco davanti a un palazzo delle autorità, morendo per le gravi ustioni riportate.

di Beatrice Niciarelli 31 Luglio 2012 13:35

Ta Phong Tan, una donna vietnamita di 43 anni, dovrà comparire il prossimo 7 agosto in tribunale con l’accusa di “propaganda contro lo Stato”. La madre, preoccupata per la figlia e disperata vista la sua condizione, non ha retto la vicenda e si è data fuoco per protesta. Le sue motivazioni derivano dalle accuse fatte alla figlia, una blogger ed ex poliziotta, accusata di “aver distorto la verità, denigrando il partito e lo Stato” a seguito di alcuni articoli pubblicati online.

La madre si è data fuoco per protesta davanti alla sede del Comitato del Popolo di Bac Lieu, autorità di governo, sottolineando come l’ingiustizia subita la stesse portando alla disperazione. La corsa in ospedale non è servita a nulla e la donna è deceduta poco prima dell’arrivo. Il processo della figlia inizierà il prossimo 7 agosto: la pena di morte è un rischio concreto per la blogger e due suoi colleghi.

Commenti