Pos e smartphone, la nuova frontiera

Pos e smartphone sempre più presenti nelle nostre vite, trattandosi di una nuova frontiera da esaminare con attenzione

di Maria Apicella 10 Dicembre 2019 1:20

Il mondo dei pagamenti digitali è in costante evoluzione, come conferma il lancio dell’innovativo sistema sviluppato da Intesa Sanpaolo in collaborazione con Mastercard: “Tap on Phone“, un Mobile POS che permette di sostituire l’ormai tradizionale POS utilizzato dagli esercenti e ricevere i pagamenti, grazie al nuovo software utilizzato, direttamente sullo smartphone.

Cos’è e come funziona il mobile payment?

Prima di descrivere il prodotto recentemente lanciato da Intesa San Paolo, è opportuno capire in sintesi in cosa consiste il rapporto tra POS e smartphone e come questo viene declinato dai nuovi sistemi di mobile payment che si stanno diffondendo in tantissimi ambiti diversi.

Il risultato cui mira è quello di coniugare le funzioni tipiche del POS con la praticità e comodità tipiche di uno smartphone, trasformando i cellulari in veri e propri strumenti con cui effettuare e gestire i pagamenti. Alla base di questa evoluzione si situano le innovazioni della tecnologia NFC, peraltro già ampiamente utilizzata per la gestione contactless e per i wallet presenti su molti degli smartphone presenti oggi in commercio. 

Un prodotto del genere, soprattutto dal punto di vista degli esercenti, può definirsi “Mobile POS“: in altri termini, è il telefono cellulare utilizzato come un POS tradizionale, così da ricevere e accettare i pagamenti effettuati dai propri clienti con qualsiasi carta o altro sistema di mobile payment.

In sostanza, il Mobile POS non è altro che un terminale senza fili, che consente di gestire le transazioni attraverso il cellulare, senza bisogno di introdurre nuovi strumenti hardware (come la tipica scatoletta finora utilizzata per gestire i pagamenti negli esercizi commerciali). Il suo funzionamento richiede, naturalmente, l’installazione di un’app dedicata sul proprio telefono, che permetterà successivamente di poter ricevere i pagamenti sul cellulare.

La rivoluzione è enorme: con questo metodo, infatti, da un lato si rende più semplice ai commercianti adeguarsi agli obblighi di legge sui pagamenti elettronici; dall’altro, disincentiva i pagamenti in contanti anche rispetto a professioni che vengono normalmente esercitate al di fuori di un locale commerciale: tassisti, idraulici, operai, postini, venditori ambulanti e così via.

Quali vantaggi del POS su smartphone rispetto al POS tradizionale?

Come detto, il Mobile POS non è altro che un lettore di carte installato sul device mobile. Ciò spiega il principale vantaggio che caratterizza questo strumento: il fatto, cioè, che esso potrà essere utilizzato in mobilità da parte dell’esercente quando occorre preparare ed eseguire transazioni per i clienti.

Inoltre, con il Mobile POS (a seconda delle caratteristiche specifiche dell’applicazione utilizzata) sarà possibile ottenere una gestione della contabilità automatica, così da accedere in modo semplice agli estratti relativi alle transazioni effettuate.

Altra caratteristica di questo strumento è data dalla possibilità di accettare non soltanto le classiche carte di credito e di debito fisiche. Infatti, la tecnologia alla base del sistema permette di poter gestire transazioni che si basano sui wallet più diversi, insieme alle carte prepagate virtuali e alle possibili ulteriori forme di pagamento che dovessero essere introdotte con il progresso della tecnologia.

Per ricevere il pagamento, infatti, sarà sufficiente avvicinare la carta dotata di compatibilità NFC o il cellulare del cliente cui è connesso il wallet di pagamento al device POS dell’esercente, così da autorizzare la transazione.

Tap On Phone: il nuovo Mobile POS tutto italiano

Come si anticipava, tra le più recenti soluzioni POS per smartphone destinate alle aziende e ai professionisti è sicuramente da menzionare quella proposta da Intesa Sanpaolo in collaborazione con Mastercard, Mercury Payment Service e Mobeewave.

L’applicazione si chiama Tap on Phone e costituisce la prima realizzata interamente in Italia per consentire agli esercenti di utilizzare lo smartphone per incassare i pagamenti effettuati con carte contactless o wallet digitali. Oltre ai vantaggi legati ai sistemi di Mobile POS in generale, il prodotto realizzato da Sanpaolo mira ad offrire una piattaforma unica per poter gestire tutte le forme di pagamento digitali attraverso una suite completa e semplice da gestire.

Lo scopo del progetto è duplice: da un lato, offrire a clienti ed esercenti una modalità alternativa e innovativa (già in fase di sperimentazione in altri Paesi) che permette di semplificare e rendere “user-friendly” le operazioni di pagamento; dall’altro, incentivare la digitalizzazione dei pagamenti, così da rendere più sicure, tracciabili e accessibili le transazioni digitali.

Tags: pos · smartphone
Commenti