Pedofilo adesca 11enne su Facebook, denunciato

Ritenuto responsabile di adescamento online di minorenne, si tratta di uno dei primi casi in cui in Italia trova applicazione la norma che prevede tale reato.

di Simona Vitale 16 Febbraio 2013 11:01

Un 35enne, residente in provincia di Siracusa, è stato denunciato alla Procura Distrettuale della Repubblica di Catania dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni in quanto ritenuto responsabile di adescamento online di minorenne. Si tratta di uno dei primi casi in Italia in cui viene introdotta questa norma che è stata dalla ratifica della Convenzione di Lanzarote, prevedendo come reato l’adescamento di minorenni.

Le indagini nei confronti dell’uomo sono scattate in seguito alla denuncia dell’associazione Meter di don Fortunato Di Noto, al quale era stato raccontato da un genitore che il figlio di 11 anni era stato contattato da uno sconosciuto su Facebook e che questi aveva rivolti pesanti proposte di natura sessuale al bambino.

Gli agenti della polizia postale, autorizzati dalla Procura Distrettuale, hanno agito sotto copertura e, dopo aver conquistato la fiducia del presunto pedofilo fingendo di essere un bambino di 11 anni, sono riusciti ad ottenere un appuntamento con il 35enne. A casa dell’uomo, però, si sono presentati gli agenti che hanno compiuto una perquisizione nei confronti dell’indagato. Sequestrato anche diverso materiale informatico. Nel frattempo, le indagini continuano per verificare se altri bambini sono stati adescati dall’uomo che è stato denunciato.

Commenti