Ndrangheta, 15 arresti a Reggio Calabria. Legami con la politica

Scoperti dei legami fra la politica ed il potente clan Commisso, che hanno portato all'arresto di 15 persone, fra cui alcuni politici.

di Elena Arrisico 21 Maggio 2012 13:30

A Reggio Calabria, la polizia ha arrestato 15 persone appartenenti alla ‘ndrina Commisso, che opera in particolare a Siderno – in provincia di Reggio Calabria – centro di importanti interessi. Le indagini hanno portato alla scoperta di alcuni legami fra la cosca e la politica locale. Tra le persone arrestate vi è, infatti, anche l’ex consigliere della regione, Cosimo Cherubino. Nei mesi scorsi, era stato arrestato anche l’ex sindaco, Alessandro Figliomeni, che si trova ancora in carcere.

L’operazione portata avanti dalla polizia si chiama “Falsa Politica” e, oltre a Cherubino, ha portato anche all’arresto dell’ex consigliere provinciale, di un consigliere comunale attulmente in carica e di un ex consigliere comunale; tutti collegati al clan Commisso, il quale “vanta” agganci in tutta Italia ed anche nel resto del mondo.

I problemi amministrativi sono iniziati il 14 dicembre del 2010 con l’arresto di Figliomeni – nell’ambito dell’operazione “Recupero” – perché “contribuiva a dirigere e coordinare il sodalizio dei Commisso partecipando alle competizioni elettorali, con il supporto dell’organizzazione“.

Commenti