Nave “fantasma” giapponese rinvenuta in Canada

Riaffiora un peschereccio spazzato via dallo tsunami causato dal potente sisma giapponese dell'11 marzo 2011.

di Elena Arrisico 26 marzo 2012 11:09

Un peschereccio, disperso durante lo tsunami in Giappone del marzo 2011, è stato ritrovato al largo delle isole Queen Charlotte, arcipelago della costa nord della British Columbia. Il relitto è stato avvistato da un aereo di ricognizione dell’Aviazione di Ottawa e si pensa che, a bordo della nave registrata a Hokkaido in Giappone, non ci sia nessuno.

Lo tsunami dello scorso anno ha generato più di 25 milioni di tonnellate di detriti ed il peschereccio, lungo 65 metri, è il primo caso di un ritrovamento di tali dimensioni. Secondo la University of Hawaii, la maggior parte dei detriti, causati dal terremoto di magnitudo 9,0 che colpì il Giappone nord-orientale, è ancora in viaggio e non dovrebbe arrivare sulle coste del Nord America prima del marzo 2014. La senatrice dello stato di Washington, Maria Cantwell, ha dichiarato che il peschereccio ritrovato era già atteso ma, in base alla sua traiettoria ed alla sua velocità, lo si aspettava a sud e fra 50 giorni circa.
Il Ministero dei Trasporti canadese sta monitorando la situazione per accertarsi che non ci siano conseguenze ambientali.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti