Mostrano una croce agli scontri per gli sgomberi vicino Londra

Durante gli scontri con la polizia i nomadi di origine irlandese hanno mostrato un crocifisso, ma la curia cattolica inglese ha condannato le violenze, sebbene abbia voluto sottolineare che il trattamento riservato ai nomadi non è molto giusto.

di Vincenzo Avagnale 22 Ottobre 2011 11:30

Le barricata in fiamme, un uomo che mantiene un crocifisso mentre i residenti della comunità irlandese della comunità sfrattata dalla polizia caricano le forze dell’ordine. Questo lo scenario che mercoledì 19 ottobre 2011 si sarebbe presentato ad un osservatore nei pressi di Basildon, Inghilterra.

Gli abitanti stanziali della cittadina a 30 miglia da Londra, 50 chilometri ad est dalla capitale inglese, avevano protestato molto spesso per i fastidi dovuti a piccoli furti e comportamenti socialmente riprovevoli dei loro vicini nomadi che si erano alloggiati poco fuori dal centro, all’inizio della ordinata periferia.

Lo scenario è molto simile a quello di Londra di quest’estate, solo che questa volta gli scontri sono stati fra polizia ed una comunità nomade irlandese che ha vissuto illegalmente per circa un decennio vicino Basildon. I residenti della città hanno lanciato appelli per uno sgombero prima che la situazione diventasse permanente, ma hanno dovuto aspettare parecchi anni prima che l’efficiente burocrazia britannica si attivasse per risolvere il problema.

I sacerdoti cattolici che di tanto in tanto visitavano la comunità hanno tentato una mediazione fra loro e la cittadina, senza tuttavia riuscire a convincere per una convivenza pacifica. Alla fine, quando è stato chiaro che lo sgombero era imminente, hanno tentato di convincere gli irlandesi a spostarsi di propria volontà. Non ci sono riusciti in tempo ed una grande forza di polizia ed ufficiali giudiziari ha marciato contro decine e decine di nomadi, che hanno lottato a mani nude, ma anche con mazze e lanciando mattoni.

Adesso il destino dei nomadi deve essere ancora deciso, molto probabile l’applicazione delle norme sull’immigrazione clandestina, specialmente per quanto riguarda i violenti. Gli ufficiali della polizia inglese raccomandano condanne esemplari.

Polemiche per l’esposizione di un crocifisso all’arrivo della polizia, polemica che ha coinvolto i sacerdoti cattolici, accusati aver fomentato la resistenza da parte degli irlandesi. Subito smentita questa notizia dalla curia cattolica inglese.

Tags: londra · nomadi
Commenti