Modifiche alla Costituzione, coinvolte anche le Scuole

Sembra quasi incredibile, il Consiglio dei Ministri ha indetto la prima Consultazione per conoscere il parere degli italiani sulla Costituzione.

di piero81 9 Settembre 2013 19:18

Sembra quasi incredibile che stia accadendo qui e ora: il Consiglio dei Ministri ha indetto la prima Consultazione on line per conoscere il parere di tutti i cittadini italiani su alcune modifiche che verranno apportate alla Costituzione.

Evento che incoraggerà sicuramente una grande partecipazione popolare alla vita politica del Paese coinvolgendo interlocutori di ogni tipo.

Le opinioni raccolte attraverso due rapidi questionari, disponibili sul sito www.partecipa.gov.it fino all’8 ottobre 2013, saranno pubblicate ondine e consegnate alla Presidenza del Consiglio.

A questa prima fase di raccolta ed elaborazione dei dati ne seguirà una seconda di discussione pubblica che prevedrà l’organizzazione di dibattiti ospitati da Università, Fondazioni e Scuole.

All’interno di queste ultime, grazie ad un accordo con il MIUR, il 1 Ottobre sarà promossa la “Giornata della Partecipazione” nelle scuole italiane”, durante la quale le scuole potranno discutere e creare progetti didattici sulla Costituzione.

Nel farlo apriranno le loro porte a genitori e nonni degli studenti seguendo il modello di formazione inter-generazionale di Fondazione Mondo Digitale.

Sarà questo un momento formativo su tecnologie digitali e partecipazione online, associato alla eccezionale consultazione online sulle riforme costituzionali.

Attraverso il sito web dedicato dell’iniziativa – “Partecipa! a Scuola” (www.partecipa.gov.it/scuola, a partire dal 13 settembre) – le scuole potranno mettere in condivisione i progetti già sviluppati avviando anche, attraverso i numerosi materiali raccolti per docenti e studenti, nuovi percorsi didattici sulla Costituzione.

Commenti