Maturità 2012, le tracce della seconda prova

Al via la seconda prova per i quasi 500 ragazzi alle prese con l'esame. Analizziamo le prime indiscrezioni sulle tracce per ogni indirizzo scolastico.

di Simona Vitale 21 giugno 2012 9:41

I circa 500 mila maturandi italiani si trovano ora e nel corso delle prossime ore ad affrontare la seconda prova scritta, specifica per ogni tipo di indirizzo scolastico. Archiviata, dunque, la prima prova comune d’italiano che ha visto trionfare la traccia sui giovani e sulla crisi, oggi gli studenti del liceo classico sono alla prese con la versione di greco. Sembra che i giovani maturandi del classico abbiano centrato le previsioni. Si attendeva Aristotele o Tucidide, ed in effetti è stato proprio Aristotele a campeggiare come autore della versione di greco. Il brano di Aristotele, secondo i siti degli studenti, dovrebbe essere “Non il caso ma la finalità regna nelle opere della natura”, tratta dal “De partibus animalium”.

Prime indiscrezioni anche per la traccia di scienze sociali: emancipazione femminile e disuguaglianza Per meccanica applicata e macchine a fluido la traccia è un albero per motore elettrico. Questo il codice per decriptare i plichi telematici del ministero dell’Istruzione: I63SZ-DR2PJ-4654D-GMCWV-YYEUC. 

Per Economia Aziendale bisogna illustrare le differenze tra reddito d’esercizio e flusso di risorse generato dalla gestione reddittuale. Quindi si chiede anche di elaborare il database di una società industriale. Per la prova di meccanica dell’ITI un albero a motore elettrico che deve trascinare una puleggia calettata ad un’estremità. I candidati devono calcolare i diametri delle sezioni in corrispondenza di motore e puleggia e il diametro della sezione del perno intermedio o di quello di un’estremità. Per la traccia di alberghiero sarebbe stata scelta la “diversità della dieta nelle diverse fasce d’età”

Matematica allo Scientifico, Lingua straniera al Linguistico, Pedagogia al Pedagogico, Figura disegnata all’Artistico. La prova può essere articolata in più proposte a scelta del maturando, il quale può decidere anche la lingua in cui svolgere la traccia proposta nel caso per il suo corso di studi sia uscita come materia la lingua straniera.

Per gli istituti tecnici e professionali le materie hanno anche quest’anno una dimensione prettamente tecnico-pratico-laboratoriale e le prove si possono dunque svolgere utilizzando i laboratori a disposizione dei diversi istituti scolastici. Ovviamente, restano validi oggi come ieri i divieti all’uso di telefonini, palmari pc e simili. In classe saranno ammessi soltanto dizionari di lingua e calcolatrici non programmabili.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti