Il preservativo utilizzato in modo sbagliato: ecco gli errori più comuni

Secondo un recente studio, le persone utilizzerebbero male il condom, andando incontro a gravidanze indesiderate e a malattie sessualmente trasmissibili. Ecco gli errori maggiormente commessi.

di Daniela Caruso 5 marzo 2012 19:16
Preservativi: corretto utilizzo

Usare il preservativo non è sempre un gioco da ragazzi. In genere, le persone non sempre utilizzano correttamente il condom durante i rapporti sessuali. Gli errori più comuni sono legati al fatto che i giovani, e non solo, srotolano male il preservativo o non lo indossano per l’intera durata del rapporto. Questi errori ‘pratici’ non tutelano la donna da gravidanze indesiderate; per entrambi i partner, inoltre, aumentano le possibilità di trasmissione di malattie veneree.

A rivelare questo quadro, uno studio pubblicato sulla rivista Sexual Health, nel quale sono state esaminate 50 ricerche condotte nel lasso di tempo che va dal 1995 al 2011 in quattordici paesi. Il gruppo di ricercatori, guidati da Stephanie Sanders del Kinsey Institute for Research in Sex, Gender, and Reproduction dell’Indiana University (Usa), se usati correttamente, i preservativi possono rappresentare un valido strumento per evitare gravidanze non desiderate e malattie sessualmente trasmissibili. Infatti, come si legge dalla ricerca, “i preservativi hanno un 2% di tasso di fallimento, mentre il tasso di fallimento registrato è del 15%”.

Per quel che concerne la spinosa questione dell’Hiv, secondo le organizzazioni sanitarie globali, “il preservativo maschile in lattice è il mezzo più efficiente per ridurre la trasmissione sessuale del virus dell’Hiv e delle altre infezioni sessualmente trasmissibili”. A incrementare i rischi, però, oltre al cattivo utilizzo, c’è la probabilità che il preservativo si rompa durante il rapporto sessuale: per evitare questo spiacevole inconveniente, è bene non far urtare il preservativo con oggetti taglienti, non lasciare spazio sulla punta e non comprimere l’aria formatasi, non indossare il condom alla rovescia e non usare lubrificanti a base non acquosa. Non va, inoltre, indossato il profilattico se già parzialmente srotolato prima di averlo appoggiato sulla punta del pene.

LEGGI ANCHE: “Sesso, i giovani sono ignoranti: in arrivo il patentino“.

Secondo i consigli dei medici, una delle prime cose da fare è controllare la data di scadenza, oltre che assicurarsi che il preservativo sia della misura adatta. È bene ispezionare il preservativo – senza srotolarlo – prima di indossarlo, per scoprire eventuali danneggiamenti. Per chi non è circonciso, è bene spingere indietro la cute prima di infilare il preservativo. Dopo il rapporto, i genitali vanno lavati normalmente con acqua e sapone.

È importante sensibilizzare i giovani a queste delicate tematiche, soprattutto nei paesi in via di sviluppo o con alti tassi di povertà come l’Africa, dove la mortalità per AIDS e per parto è davvero altissima. Proteggersi e proteggere il partner rappresenta la strada per vivere serenamente la propria sfera sessuale.

Oltre 2000 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: guida
Commenti