Hawaii: genitori dimenticano di pagare due panini per sfamarsi e vanno in prigione

Una storia vera di povertà e disperazione quella che riguarda due genitori e la loro bambina? L'uomo e la donna (incinta) avrebbero rubato due sandwich per sfamare loro stessi e la figlia, per cui sono stati arrestati e rischiano fino a 3 anni.

di Vincenzo Avagnale 1 Novembre 2011 12:40

Forse ve li immaginate come poveri e vestiti di stracci oppure con l’espressione strafottente di chi sceglie il crimine come stile di vita, ma in entrambi i casi vi sbagliereste; infatti i due genitori di una bambina che ad Honululu sono stati arrestati per via del “furto” di due sandwich stavano solo facendo la spesa in un centro commerciale ed hanno dimenticato di pagare.

Ebbene si, Sia Leczcyzynski e suo marito Mancin erano andati verso le ore 18:00 di sabato scorso nel centro commerciale di Honolulu, la capitale delle famosissime Hawaii (lo stato più asiatico degli Stati Uniti), per fare la spesa ed infatti avevano speso circa 50 dollari quando la donna, incinta, ha accusato un forte appetito e mal di testa. I due, con la loro bambina di tre anni al seguito, hanno quindi preso velocemente dei panini, ma essendo già passati alla cassa prima hanno dimenticato di tornare per pagare i sandwich.

Una guardia preposta alla sicurezza li ha quindi fermati ed ha loro contestato il furto. Loro hanno tentato di giustificarsi “stavamo camminando per fare shopping da diverse ore ed eravamo stanchissimi, per questo abbiamo preso i panini, ma abbiamo completamente dimenticato di pagarli, non volevamo rubarli!” ha detto Sia Leczcyzynski. Hanno poi anche proposto di pagare immediatamente i panini, ma la guardia è stata irremovibile ed ha chiamato la polizia. 

Adesso i due sono in carcere, con una cauzione fissata a 50 dollari e rischiano fino a 3 anni di carcere, mentre la piccola di tre anni è stata affidata ai servizi sociali, che a sua volta l’ha affidata ad una famiglia. “Una storia ridicola, un eccesso di giustizia assurdo” tuonano i giornali locali, che invitano la polizia ad intervenire meglio in reati più gravi piuttosto che mettere in galera delle persone un po’ sbadate e mettere la figlia in affidamento. Il capo della polizia di Honolulu si è schermito imbarazzato dicendo che si sta provvedendo affinché la situazione si risolva per il meglio il prima possibile.

Commenti