Google-Yahoo: indiscrezioni sull’acquisto

Yahoo conteso dai titani dell'informatica. Microsoft, Alibaba e Google all'arrembaggio per aggiudicarsi un'azienda che potrebbe, a seconda di chi la sputerebbe, un vantaggio commerciale significativo.

di Vincenzo Avagnale 24 Ottobre 2011 14:31

L’acquisizione di Yahoo è già di per se stesso un fatto di portata internazionale, ma con tre delle maggiori compagnie del globo a contendersene le spoglie il web si è scatenato ed impazzano le ipotesi su quale sarà il destino del famoso motore di ricerca. 

La nuova indiscrezione è che Google non voglia acquisire il gruppo Yahoo come vorrebbero invece Microsoft oppure Alibaba, ma semplicemente finanziare un gruppo di interessati all’acquisizione. Un’operazione che ricorda vagamente quella messa in atto da Microsoft per salvare Apple ed i motivi sarebbero esattamente gli stessi.

I 150 milioni di dollari che Microsoft investì in Apple servirono infatti non solo a sollevare la società di Cupertino fondata dall’ormai scomparso Steve Jobs, ma a salvare la società fondata da Bill Gates dall’attenzione dell’Antitrust americano, che allora come oggi crea grossi problemi ai monopolisti.

Google si trova in una situazione assai simile ed il suo intervento quindi sarebbe tutt’altro che altruistico. senza Yahoo Google diverrebbe il re indiscusso dei motori di ricerca e nessuna società attualmente esistente potrebbe paragonarsi; sebbene sia utile ricordare che di fatto il motivo per cui tutti tentano una scalata a Yahoo è proprio lo strapotere di Google.

Ad ogni modo il motore di ricerca e la società in generale valgono un discreto gruzzoletto, qualcosa come 20 miliardi di dollari, ossia 16-18 dollari ad azione, ben lontano dai 33 dollari di soli 3 anni fa’. Quindi il bocconcino è invitante, ma le parti in causa si stanno studiando e per il momento solo l’entrata di Google nelle danze rappresenta una novità significativa nell’evolversi della vicenda.

Yahoo sta soppesando tutte le strategie dopo la cacciata di Carol Bartz, vendita inclusa e Google già sotto indagine dall’Antitrust, questo sarebbe il vero motivo per cui la società non agirebbe direttamente ed invece finanziando un rivale ad hoc per Microsoft ed Alibaba. Secondo Opus Research, Google teme un’acquisizione di Yahoo, che rischierebbe non solo di proporgli un concorrente troppo forte nelle mani dei potenti nemici, ma anche di avvalorare le accuse di monopolio… e questo gli altri lo sanno fin troppo bene.