Dorme nel cassonetto, rischia di morire tritato dal compattatore

L'uomo si era ubriacato in seguito ai festeggiamenti per la vittoria di ieri in serie B dell'Hellas Verona. Salvato grazie all'intervento dei Carabinieri.

di Simona Vitale 15 Ottobre 2012 15:52

Bruttissima esperienza che poteva finire in tragedia quella vissuta da un 40enne in Largo Caldera, a Verona. L’uomo, infatti,ha rischiato di rimanere stritolato dal compattatore del camion di igiene ambientale nella mattinata di lunedì 15 ottobre, dopo aver passato la notte all’interno di un cassonetto dei rifiuti. Il 40enne é stato salvato grazie ad una pattuglia dei carabinieri di passaggio che ha udito le sue urla. È stato portato all’ospedale civile di Borgo Trento, per degli accertamenti. Ha riportato contusioni ad un ginocchio e al piede destro. La prognosi è di 5 giorni.

Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo si sarebbe ubriacato, in seguito ai festeggiamenti per la vittoria in serie B dell‘Hellas Verona. Poi si è addormentato così profondamente da non riuscire a sentire questa mattina, prima dell’alba, l’arrivo del camion della spazzatura, che ha alzato il cassonetto e scaricato tutto il contenuto nel compattatore, dove poi agisce la macchina di tritovagliamento.

Evidentemente, però, l’ora dell’uomo ancora non era giunta in quanto la fortuna ha voluto che in quel momento transitasse di lì una pattuglia dei carabinieri del radiomobile di Verona, che udendo le urla dall’interno del compattatore hanno intimato immediatamente al conducente di fermare il mezzo, che mai, senza l’intervento dei Carabinieri, avrebbe potuto udire le urla dell’uomo coperte dal rumore del compattatore.

Commenti