Cina, 40 morti per violenta grandinata

Colpita la regione del Gansu, nel nord-ovest del Paese. 18 sono le persone che risultano disperse. 87 i feriti ricoverati negli ospedali del Paese.

di Simona Vitale 13 Maggio 2012 16:16

Un’imprevista e breve grandinata ha provocato in Cina la morte di oltre 40 persone, nonché 18 dispersi, nel Gansu, una regione montagnosa nel nord-ovest del Paese. Secondo le autorità locali altre 87 persone sarebbero ricoverate negli ospedali. La tremenda tempesta di pioggia e grandine ha avuto luogo giovedì, ma se n’è avuta notizia solo oggi. La sua durata è stata appena di 60 minuti, al termine dei quali le autorità hanno fatto però evacuare 29.300 persone dalla contea di Min, un’area spesso teatro di diversi disastri naturali, a causa della sua sfavorevole predisposizione naturale.

I soccorritori sono al lavoro per la consegna di beni di prima necessità nelle aree colpite dal disastro. Gli enti statali e locali descrivono una situazione caratterizzata da strade bloccate, case crollate e terreni distrutti. Le condizioni climatiche hanno portato anche all’interruzione della corrente elettrica in 6 diverse cittadine, mentre danneggiate sono state scuole, case e ospedali. Senza contare che ben 7.374 ettari di terreni sono andati distrutti, interrompendo anche la circolazione su due strade interprovinciali.

Commenti