Cede pilastro dell’amaca, 35enne muore schiacciato

Enzo Scuglia, avvocato 35enne di Milano, era giunto nel paesino con la fidanzata, presso i genitori di lei, per trascorrere alcuni giorni di vacanza.

di Simona Vitale 11 Agosto 2012 15:08

Stava riposando insieme al nipotino di 5 anni sull’amaca posta fuori al giardino della villa dei suoceri intorno alle 21:00 di ieri sera a Vittorito, in provincia de L’Aquila, quando una colonna fatta di blocchi di cemento a cui l’amaca era attaccata ha ceduto, colpendolo e uccidendolo con ogni probabilità sul colpo. Protagonista della terribile vicenda è Enzo Scuglia, 35 anni, avvocato, in vacanza presso i genitori della sua fidanzata che doveva sposare nel prossimo mese di settembre.

Il piccolo è rimasto invece ferito ad una gamba ed è stato immediatamente trasportato all’ospedale di Pescara. La tragedia è avvenuta sotto gli occhi dei familiari che nel frattempo hanno cercato di spostare i pesanti blocchi dal corpo del 35enne, ma, purtroppo, all’arrivo dell’ambulanza era già chiaro che nulla poteva farsi e che l’avvocato era già deceduto. Del caso si occupano polizia e carabinieri, mentre la salma del 35enne è stata posta a disposizione dell’autorità giudiziaria. Nel frattempo la famiglia dell’avvocato è in viaggio da Milano per recarsi in Abruzzo. L’intera comunità locale è rimasta letteralmente sconvolta dalla vicenda. La coppia era giunta ieri pomeriggio presso l’abitazione dei genitori della donna.

Commenti