Cassino, uomo scambiato per un cinghiale ucciso durante una battuta di caccia

Uomo rimasto ucciso in provincia di Cassino durante una battuta di caccia, perché scambiato per un cinghiale dall'amico. Incidenti sempre legati alla caccia del cinghiale anche in Sardegna, dove un uomo di 63 anni è morto e un altro è rimasto ferito.

di Simona Vitale 13 Novembre 2011 16:41

Una morte assurda e accidentale, a quanto sembra dalle prime ricostruzioni quella toccata ad Antonio Tedeschi, 50enne di Pozzilli in provincia di Isernia. L’uomo, è stato raggiunto dal proiettile del fucile di un suo amico, con il quale stava partecipando ad una battuta di caccia. Pare che il suo compagno di avventura l’avesse scambiato per un cinghiale.

La tragedia, dal retrogusto bizzarro, è avvenuta sui monti di Viticuso vicino Cassino, dove nel frattempo sono giunti anche alcuni familiari della vittima. Sul posto, ovviamente, sono giunti anche i Carabinieri, la Guardia Forestale e il soccorso alpino, mentre l’amico che ha sparato il colpo, in evidente stato di shock emotivo, è ora sotto interrogatorio.

Il cinghiale è purtroppo oggi protagonista anche di un altro incidente di caccia verificatosi a Marrubbiu sul Monte Arci in provincia di Oristano. Un pensionato di 63 anni è stato infatti colpito in piena fronte da un colpo di rimbalzo sparato probabilmente da un compagno di battute durante la caccia al cinghiale. L’uomo era appostato su una fascia parafuoco, mentre un cinghiale scovato dai cani la stava attraversando. Un compagno di caccia avrebbe sparato ma il pallettone avrebbe colpito una pietra e di rimbalzo poi l’uomo.

I soccorsi sono stati del tutto inutili. Un altro incidente ancora è accaduto a Tempo Pausania: un uomo è infatti rimasto ferito durante una battuta di caccia al cinghiale, sebbene almeno le sue di condizioni non sono gravi.

Tags: caccia · morto
Commenti