Brindisi, papà di Melissa Bassi in ospedale per un malore

Giovanni Bassi è in queste ore sottoposto a degli accertamenti, sebbene le sue condizioni non appaiano gravi.

di Simona Vitale 14 giugno 2012 12:58

Giovanni Bassi, il papà della 16enne Melissa, morta nell’esplosione dello scorso 19 maggio dinanzi all’istituto scolastico Morvillo Falcone di Brindisi, messo a punto e realizzato dal 68enne Giovanni Vantaggiato, questa mattina ha accusato un malore ed è stato ricoverato questa mattina all’ospedale San Camillo De Lellis di Mesagne. Ad accompagnarlo in ospedale è stata la moglie Rita che, dopo la scioccante notizia della morte della figlia, è stata ricoverata per diversi giorni nello stesso nosocomio.

Attualmente l’uomo si trova ricoverato nel reparto di medicina e non sarebbe in gravi condizioni. I medici, in ogni caso, lo stanno sottoponendo nel corso delle ore a degli accertamenti.

Sembra che nei progetti originari di Giovanni Vantaggiato ad esplodere dovevano essere non 3, ma 6 bombole di gas. L’attentato dunque è stato meno devastante di quanto progettato dallo stesso imprenditore, poiché il bidone utilizzato per trasportare le bombole sul luogo della tragedia non era in gradop di trasportarle tutte.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti