Brexit, approvata la legge per evitare il No deal

Approvata la legge che consente l’estensione dell’articolo 50 per il governo di Therese May

di fabiana 4 Aprile 2019 10:00

Brexit: ci siamo. Approvata nella notte ai Comuni una legge per evitare la Brexit con un ‘no deal‘, cioè l’uscita senza accordo dall’Unione europea.

Presentata dalla laburista Yvette Cooper e dal tories Oliver Letwin, la legge è stata approvata in terza lettura con un solo voto, 313 sì e 312 no e nella giornata di oggi verrà presentata alla Camera dei Lord.

La legge è riuscita in extremis ad evitare l’opposizione non solo del governo (battuto noi giorni scorsi per tre volte) ma anche l’opposizione dei Brexiters che nel corso della riunione avevan presentato diversi emendamenti per cercare di fermarla.

La legge approvata dai Comuni prevede che, in casa in cui non venga raggiunto un nuovo accordo (possibilità sempre più remota) il governo di Theresa May  possa chiedere l’estensione dell’articolo 50  potendo di fatto rimandare ancora l’uscita dall’Europa ed evitando il ‘no deal’, il rischio dell’uscita senza accordo. 

E se i sostenitori della hard Brexit hanno parlato di oltraggio costituzione e la votazione è stata trasversale, i voti per approvarla hanno coinvolto quasi tutti i laburisti (9 hanno votato contro), ma anche altri esponenti, 35 del Snp,  14 conservatori, 11 lib dem e di altri piccoli partiti.

La legge approvata offre al Parlamento inglese la possibilità di poter decidere la durata dell’estensione dell’articolo 50 per trovare una soluzione e trattare di nuovo con la Ue scongiurando l’uscita con il no deal, senza accordo.  Resta invece fissata la scadenza del 12 aprile, data entro la quale Londra dovrà proporre o far accettare alla Ue un nuovo piano o uscire dall’Unione senza accordo.

BREXIT, BOCCIATI I PIANI ALTERNATIVI 

PHOTO CREDITS| THINKSTOCK

Commenti