Astronomia, la cometa di Natale visibile a occhio nudo

La cometa di Natale già visibile a occhio nudo. Il picco della luminosità il 12 dicembre

di fabiana 29 novembre 2018 8:00

Sarà visibile anche a occhio nudo o con l’aiuto di un piccolo binocolo: parliamo della cometa 46P/Wirtanen, meglio nota come la cometa di Natale. Naturalmente, per poterla ammirare, sarà necessario prediligere luoghi  bui, lontani dalle luci delle città. La cometa di Natale 46P/Wirtanen già si trova nel cielo ed è già visibile nella costellazione della Fornace a una distanza di 23 milioni di chilometri dalla Terra ed è diventata visibile nella costellazione della Fornace. È ancora abbastanza fioca come luce ed è molto bassa sull’orizzonte compare per poco tempo, ma può essere osservata per il momento solo da chi abita in luoghi piuttosto bui o dove non ci sia inquinamento luminoso.

Per ammirarla al meglio, sarà necessario però aspettare la metà del mese di dicembre: la sua luminosità aumenterà gradualmente fino a metà dicembre e rimarrà ben visibile fino all’inizio di gennaio. 

Nella giornata del 12 dicembre, la cometa raggiungerà il punto più vicino alla nostra stella, il suo perielio, mentre il 16 dicembre, a partire dalle ore 23, sarà alla distanza minima dalla Terra, avvicinandosi a “soli” 11,5 milioni di chilometri. A disturbare l’osservazione della cometa, ci sarà Luna che il 22 dicembre sarà piena: la luce impedirà la visibilità della cometa, ma sarà necessario aspettare solo paio di giorni per tornare ad ammirare la cometa di Natale proprio in occasione del 24-25 dicembre come ricorda  Gianluca Masi, astrofisico responsabile del progetto Virtualtelescope che trasmetterà due dirette streaming di osservazione della cometa, non solo il 12 in occasione del perielio, ma anche il 16, quando la cometa toccherà il punto più vicino alla Terra, a partire dalle 23.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti