Alfano: “Violenza contro le donne nel prossimo Cdm”

Il ministro dell'Interno: "Ne discuteremo anche sulla base della proposta del ministro Idem della costituzione di una task force. Niente limiti di spesa".

di Luca Fiorucci 8 maggio 2013 3:46
Angelino Alfano

Il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha annunciato al Tg1 che il governo si occuperà dell’escalation di casi di violenza sulle donne: “Ne discuteremo nel prossimo Consiglio dei ministri, anche sulla base della proposta del ministro Josefa Idem che ha parlato della costituzione di una task force” ha spiegato il ministro, ricordando che “una rotta c’è già ed è il piano nazionale contro la violenza sulle donne approvato nella scorsa legislatura“. Alfano ha sottolineato inoltre che per combattere la violenza di genere non vi saranno limiti di investimento: “Troveremo tutti i soldi che servono per difendere le donne; non esiste un limite di spesa che possa fermare un governo che voglia difendere le donne dalle aggressioni violente. La legge contro lo stalking ha funzionato alla grande, ci sono state migliaia di denunce. Se ci sarà da irrobustirla lo faremo“.

Il ministro ha spiegato che, comunque, la situazione dell’ordine pubblico rimane pressocchè nella norma: “La crisi economica e la povertà rappresentano un motore di disagio e possibile suscitatore di violenza, ma la situazione dell’ordine pubblico è serena, la collaborazione tra le forze dell’ordine è efficace, i punti di crisi assolutamente presenti e mi sento quindi di rassicurare tutti“. Francesca Puglisi, senatrice del Pd, che ha firmato l’appello “Ferite a morte” ed è prima firmataria del disegno di legge 397 contro il femminicidio, ha dichiarato, intervenendo a Palazzo Madama: “Quest’aula e questo Parlamento, finalmente con una maggiore rappresentanza femminile, hanno il dovere di agire subito per l‘approvazione di una legge nazionale contro il femminicidio per affrontare in modo risoluto questa vera e propria emergenza nazionale”.

46 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti