Abusi domestici shock, il video diventato virale

Le origini del filmato sono ancora poco chiare e non si sa se le ferite riportate dalla protagonista siano reali o illustrative.

di Simona Vitale 22 marzo 2013 13:26

Un video straziante, che mostra lesioni sempre più crescenti di una giovane donna vittima di abusi, è diventato virale dopo essere stato pubblicato su Reddit. Il titolo serbo del video si traduce in “Una foto al giorno nel peggiore anno della mia vita” ed è una variante scioccante del fenomeno odierno di montare su video foto di se stessi scattate giorno dopo giorno per un certo periodo di tempo.

Questo, tuttavia, più che un progetto artistico rappresenta un messaggio di servizio pubblico sulla realtà della violenza domestica. La serie inizia con la foto di una donna sorridente, vestita con colori sgargianti e in una varietà di posizioni. Ben presto il suo sorriso svanisce, lividi e sangue coprono il suo viso e segni di strangolamento appaiono sul suo collo.

Abusi domestici shock, il video diventato virale

Nella  diapositiva finale la donna mostra un foglio di carta con su scritto “Aiutami, non so se posso aspettare domani”, sebbene un’altra traduzione del messaggio serbo potrebbe stare ad indicare una richiesta di aiuto nell’incertezza di poter vedere il domani.

Le origini del video sono ancora poco chiare e non si sa se le lesioni siano reali o illustrative. Tuttavia, sembra decisamente essere una sorta di annuncio di servizio pubblico in base al messaggio finale e alla qualità del video, ma nessuno per il momento si è assunto la responsabilità della sua pubblicazione. L’unica cosa che sappiamo è che stato postato dall’utente di YouTube fero061982.

La violenza domestica è un “problema persistente e grave” in Serbia secondo Canada’s refugee and immigration board. Lo scorso dicembre, il Paese ha ratificato la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica.

Oltre 600 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti