Abruzzo: Cercasi fornai disperatamente, a 3mila euro al mese

di Romina Caruso 2 Settembre 2011 12:27

Da anni, il presidente dei panificatori abruzzesi ,Vinceslao Ruccolo, è impegnato nella sua campagna a favore del pane tipico che rischia di scomparire a causa delle grandi distribuzioni. Per far sì che si produca pane tipico, l’Abruzzo ha lanciato un appello: Cercasi panettieri. Da tempo inoltre i forni artigianali sono in crisi, nonostante il fornaio sia uno dei mestieri più richiesti. Ogni fornaio anche se dovrà fare turni notturni e sforzo pesanti, può guadagnare intorno ai 2.500 euro al mese, che con straordinari e produttività possono diventare 3mila. Paolo Gatti, assessore regionale alle Politiche del Lavoro, ha poi dichiarato: “E’ un retaggio del dopoguerra il fatto che i figli debbano essere per forza tutti diplomati o laureati e impiegati, possibilmente nella pubblica amministrazione. Bisogna superare i pregiudizi culturali legati a professioni considerate poco qualificanti. È vero, quello del fornaio è un mestiere duro ma, come accade anche per altre figure molto richieste, consentirebbe di avere uno sbocco lavorativo immediato e sicuro e uno stipendio non trascurabile”.

Tags: abruzzo
Commenti