Abruzzo, orso dinanzi alla porta messo in fuga dalle urla di una donna

di Simona Vitale 23 Settembre 2011 12:02

Quando il proprio destino è segnato, a volte, urlare non serve a nulla….

Altre volte invece delle urla fortissime ed isteriche di una donna in preda alla paura possono far scappare perfino un animale molto pericoloso.

Siamo in Abruzzo, a Frattura, una frazione del Comune di Scanno in provincia di L’Aquila, abitata da sole 22 persone, tra l’altro abbastanza anziane.

Mercoledi scorso una signora era al telefono con la figlia, quando il marito ha aperto la porta per uscire e si è ritrovato di fronte… un orso.

L’uomo ha subito rinchiuso la porta e ha raccontato alla moglie del ravvicinato incontro del terzo tipo con l’orso e, a tal notizia, la donna ha cominciato ad urlare per la paura.

Le grida sono state talmente forti che pare che l’orso abbia raggiunto il muro di cinta che proteggeva l’abitazione, l’abbia scavalcato e se la sia data a gambe levate.

Eustachio Gentile, consigliere comunale di Scanno lancia l’allarme, perchè nell’ipotesi in cui un orso non riesca a trovare via di fuga, potrebbe diventare aggressivo con i malcapitati di turno, con conseguenze all’occorrenza tragiche.

Gli abitanti del luogo in seguito a quest’episodio, per fortuna terminato senza conseguenze, se non un grosso spavento, hanno chiesto maggiori pattugliamenti notturni del Servizio di sorveglianza del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Tags: abruzzo · orso
Commenti