Mette in vendita un rene per 30 mila euro: deve pagare i debiti

Oberato dalla crisi, un 40enne artigiano ha pubblicato diversi annunci su siti internet per mettere in vendita il suo organo e porre fine ai suoi problemi.

di Simona Vitale 15 giugno 2012 10:30

Ha 40 anni e gode di perfetta salute, ma sarebbe disposto a comprometterla vivendo per il resto della sua vita come invalido, pur di salvare il suo lavoro da artigiano e anche la sua famiglia. Parliamo di un imprenditore del padovano che, come raccontato da Il Gazzettino, per risolvere una situazione di debiti ormai divenuta alquanto opprimente, ha deciso di mettere in vendita uno dei suoi reni per poter salvare se stesso, il suo futuro e quello della sua famiglia, e anche la vita di una persona che, grazie ad un trapianto di rene, potrebbe sopravvivere.

L’uomo ha così deciso di correre ai ripari e di mettere in vendita il proprio organo pubblicando annunci su alcuni siti internet, all’oscuro, fino ad ora, della sua famiglia e dopo decine di porte chiuse in faccia.

Il mio calvario è iniziato poco meno di due anni fa, sembrava una cosa risolvibile nel giro di un paio di mesi poi invece la situazione è precipitata, la crisi si è acuita, da sette mesi non lavoro se non saltuariamente e le entrate troppo scarse non mi permettono di far fronte alle necessità della mia famiglia. Stasera verranno a prendersi anche la tv e il computer dei miei figli. Ho pensato di mettere in vendita un rene e ho anche già avuto un contatto con una persona interessata che mi ha subito avvertito che se si dovesse trovare un accordo dovremmo andare all’estero entrambi. In Italia è impossibile per legge fare questo tipo di accordi.

Queste le parole di G.B. vicentino che però aveva un’attività anche a Padova. L’uomo ha aggiunto che i suoi guai sono iniziati un paio di anni fa, quando decise di aiutare un suo collega ed amico in difficoltà, poi sparito lasciando sulle sue spalle parte del debito che aveva contratto. Si pensava che il prestito sarebbe rientrato entro un paio di mesi, poiché, nonostante la crisi, il lavoro c’era ancora. La somma di cui l’uomo avrebbe bisogno è di 30 mila euro.

Ho provato anche con la Caritas ma non c’è nulla da fare. Sono disperato non ci sono altre soluzioni, non mi sento più nemmeno lucido per poter cercare strategie o bussare ad altre porte. Ho pensato di mettere in vendita un rene anche se so che è illegale, una decisione che mi dilania, che forse mi costerà anche la famiglia perché non so mia moglie come potrà reagire a questa estrema soluzione. È stata una decisione difficile e molto sofferta, ma io penso solo a sbloccare la situazione altrimenti non faccio più nulla, non ho nemmeno la lucidità fare altro, vivo alla giornata col poco che guadagno.

Secondo il 40enne artigiano, la soluzione messa a punto è la migliore e quella che può permettergli, in ogni caso, di porre rimedio efficace ai suoi problemi economici.

Forse se trovo l’acquirente serio riuscirò a rimettere in ordine la mia vita, ad avere una base per far ripartire il mio lavoro, capisco le difficoltà di salute a cui mi espongo, ma non sarà sicuramente peggio della situazione che vivo ora.

6 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti