Sciopero dei trasporti del 29 e 30 novembre, orari e modalità

Escluse dall'agitazione l'Emilia Romagna e la Campania. Garantite, come sempre, alcune fasce per il trasporto dei pendolari variabili di città in città.

di Simona Vitale 28 novembre 2012 17:35

Saranno non certamente pochi i disagi creati a coloro che sono soliti spostarsi con i mezzi pubblici dallo sciopero del trasporto pubblico previsto per il 29 e 30 novembre. L’agitazione è stata indetta dal sindacato Cobas-Cub su tutto il territorio nazionale e coinvolgerà tutti i mezzi pubblici: dalle metro ai tram, dai bus ai treni, dagli aerei ai collegamenti marittimi. Come sempre accade, saranno garantite alcune fasce per il trasporto dei pendolari che varieranno da città a città. Escluse dallo sciopero l’Emilia Romagna e la Campania.

Ecco gli orari e le modalità dello sciopero:

Treni. Il trasporto ferroviario si fermerà dalle ore 21:00 del 29 novembre alle ore 21:00 del 30 novembre. Il Gruppo Ferrovie dello Stato garantisce che però sarà assicurata la circolazione dei treni nelle fasce orarie di maggiore mobilità pendolare, ovvero:

– dalle 6,00 alle 9,00;

– dalle 18,00 alle 21,00.

Mezzi pubblici. Gli autisti di autobus, tram e metropolitane non lavoreranno per tutta la giornata del 29 novembre. Anche in questo caso il trasporto dei pendolari sarà garantito in fasce minime essenziali, a seconda delle città. L’Atm sciopererà a Milano dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. La società ha fatto però sapere che, vista la concomitanza con l’inizio dello sciopero ferroviario, la linea 924 (Segrate-Lambrate FS) e la linea 121 (San Giuliano Milanese-San Donato) effettueranno servizio regolare dalle ore 21:00. A Roma, invece, l’Atac non ha aderito allo sciopero, confermando però quello del 3 dicembre indetto dalla sigla Sul. Sciopereranno, sempre nella Capitale, gli operatori della mobilità negli uffici, gli ausiliari del traffico e gli addetti ai parcheggi di scambio. Controllori e biglietterie non lavoreranno dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Il Gtt di Torino circolerà regolarmente il 29 novembre, ma è stato annunciato uno stop di 24 ore per sabato 1 dicembre. Lo sciopero è stato indetto dalle organizzazioni sindacali Faisa-Cisal e Fast-Confasal.

Navi e traghetti: Ad eccezione che per la Campania, i collegamenti marittimi con le isole maggiori saranno esposti a rischio dalle ore 8:oo del 30 novembre fino alle 8:00 del 1 dicembre, mentre per quanto riguarda i collegamenti con le isole minori la mobilitazione è prevista per la giornata di venerdì.

Aerei. Uno sciopero del personale Alitalia previsto per venerdì 30 novembre potrebbe causare disagi al traffico aereo. Sul sito dell’Enav è possibile controllare quali sono i voli assicurati dalle compagnie.

Oltre 400 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti