In vendita le isole dell’arcipelago greco

Le tasse imposte dal Governo greco hanno indotto numerosi proprietari a cedere alcune delle isole ritenute capolavori paesaggistici.

di Enzo Mauri 23 aprile 2012 9:12

Mentre in Italia con l’Imu che incalza sono tanti i proprietari di case che stanno seriamente pensando di vendere i loro immobili, all’estero orde di investitori si preparano a valutare la possibilità di acquistare le isolette dell’arcipelago greco, vittime anch’esse dell’eccessiva tassazione. Il Governo greco, è risaputo, si trova in difficoltà e ha pensato bene di aumentare le imposte di possesso anche sugli incomparabili panorami naturali costituiti appunto da queste isole. Gli attuali proprietari sarebbero quindi sul punto di sbarazzarsene.

 
La vendita di Oxia di proprietà della famiglia greco-australiana Stamoulis sarebbe ormai cosa fatta. L’isola si trova nel Mar Ionio a soli 38 km da Itaca, quella di Ulisse, la superficie è di 500 ettari e sebbene parte di essa sia sotto la protezione di un ente naturalistico, il resto può essere sfruttato per scopi turistici, progetto a cui probabilmente sta pensando il magnate del Qatar ormai prossimo all’acquisto per una cifra che si aggirerebbe intono a “soli” cinque milioni di euro, rispetto a una valutazione iniziale di 6,9 milioni.


Altra isola sul mercato è Patroclo a soli 70 km dalla capitale, particolare che la rende molto appetibile agli investitori e che di fatto ha portato la sua valutazione a non meno di 150 milioni di euro. Patroclo si trova a soli 3 km dal promontorio di Capo Sunio, altra attrattiva turistica, al momento problemi di diversa natura tra cui la difficoltà ad ottenere concessioni edilizie e la presenza di siti archeologici pare stiano compromettendo la vendita, sebbene gli attuali proprietari i Giatrakos, si stiano impegnando a fondo per superarli consapevoli di avere sotto i piedi una vera e propria miniera d’oro con una valutazione che potrebbe ancora aumentare.

 
Anche l’isola di Skorpios di proprietà di Athina Onassis nipote di Aristotele pare sia sul punto d’essere venduta. Acquistata nel 1963 per 15 milioni di dollari, Skorpios ha una superficie di cinque ettari e solo due abitanti. In essa sono sepolti Aristotele Onassis, il figlio Alexander e la figlia Christina, madre di Athina, la quale a quanto pare nonostante il legame affettivo sarebbe sul punto di disfarsi dell’isolotto per motivi finanziari. Peccato che alcune clausole inserite nel testamento del nonno pare impediscano l’eventuale collocazione sul mercato. La sua valutazione sarebbe di 200 milioni di dollari, tra gli acquirenti in passato pare fossero interessati Bill Gates e Giorgio Armani. Ad oggi Athina sarebbe intenzionata a cederla con una sorta di contratto di locazione di 99 anni.

42 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: grecia · vendita
Commenti