5 strani scherzi della natura

Animali che si distinguono per alcune particolari caratteristiche che li rendono unici al mondo. Scopriamoli insieme.

di Simona Vitale 8 febbraio 2014 14:44
Uno sguardo all’ornitorinco e sai subito che la natura ha un senso dell’umorismo acuto. Con una sorta di disegno a forma di anatra, piedi palmati, una coda che sembra quella del castoro e la pelliccia simile a quello di una lontra, è quasi come se la natura non poteva decidere se fare un mammifero o un uccello. 
Tuttavia, l’ornitorinco non è l’unico animale in cui l’umorismo della natura diventa un po’ contorto.
Scopriamo insieme gli altri grazie a Oddee.com.
1. Falene falco colibrì
Falena falco
In generale, le falene falco sembrano essere una confusione di design. La falena falco possiede il corpo di un’ape, ma ha un’apertura di ala simile a una farfalla. Questo è perdonabile nel rispetto del fatto che le api e le farfalle sono entrambi insetti, ma diventa un po’ difficile da giustificare per una falena che sembra così un uccello. Durante una visita presso le isole britanniche, si potrebbe desiderare di fermarsi e sentire l’odore del Phlox e guardare il colibrì svolazzare. Si potrebbe anche desidera guardare da vicino, perché tra quelli piccoli, vi è in realtà una falena che sembra proprio come loro. La falena falco aleggia anche, ma non ha un becco. Invece, ha una lunga lingua , chiamata proboscide. Inoltre, la falena colibrì falco è a differenza di altre falene in diversi modi:  non muore dopo aver lasciato una nidiata di uova.
2. Lo squalo folletto
squalo goblin
Ogni anno, Halloween è il momento perfetto per fantasmi e folletti, ma sul fondo dell’oceano, i folletti possono essere trovati in qualsiasi momento, cioè, se siete abbastanza fortunati da individuarli. Lo squalo goblin evita la luce solare e vive solo in acque molto profonde , dove si pone in attesa di pesci ignari, poi scatta velocemente, o li risucchia nelle sue fauci. Con il suo ventre rosa e bianco, le prime volte che questo squalo sfuggente è stato visto, si è pensato che potesse essere deformato. Solo una cinquantina di esemplari di questa specie sono stati trovati finora, ma non sono animali in via di estinzione.
3. Pesce pipistrello dalle labbra rosse
Pesce pipistrello
Se hai sempre voluto baciare un pesce, ce n’è uno che ha già applicato il rossetto apposta per te. Aggiungendo al danno la beffa, si tratta di un pesce che non nuotare. Cammina con l’ausilio delle sue pinne modificate che assomigliano più a delle gambe di subacquei dispositivi di propulsione. Originario delle isole Galapagos, un luogo dove la natura sperimenta sempre con l’adattamento, si deve ritenere che l’architetto del design di questo pesce abbia deciso per un sovradosaggio di rossetto rosso, ottimo modo per attrarre un compagno.
4. Glauco Atlantico
Glauco
Mentre il nome suona abbastanza fantasioso, il Glauco Atlantico è una lumaca di mare. Raramente cresce più di due centimetri di lunghezza, il Glauco ha picchi argentei e blu ai suoi lati che sparano fuori come i fuochi di uno spettacolo pirotecnico. Questi picchi sono bellissimi e contengono veleno. Tuttavia, il Glauco Atlantico non è effettivamente nato con veleni immagazzinati. Li raccoglie da altre creature velenose, in primo luogo una medusa letale. Esso trascorre la maggior parte della sua vita galleggiando a testa in giù sull’Atlantico e sul Pacifico, il suo colore gli permette di camuffarsi dai predatori, ma dopo una tempesta, a volte può essere trovato lavato sulla riva. 
5. Aye – aye
Aye aye
Ufficialmente conosciuto come un lemure, ha un volto che assomiglia a una donnola, il corpo di una piccola scimmia, incisivi che renderebbero orgoglioso qualsiasi roditore. Nativo del Madagascar, L’aye-aye è il più grande dei primati notturni , ma questo ancora non lo rende molto grande pesando soli sei chiliL’aye-aye è stato inserito nella lista delle specie in pericolo in alcune parti del Madagascar, eppure ci sono 16 aree protette nel paese che hanno popolazioni sane di questo lemure. Eppure, l’aye-aye si crede possa essere un parassita agricolo in alcune aree del paese e anche di cattivo auspicio. Alcuni abitanti del villaggio credono che se il suo lungo dito  medio è puntato nella loro direzione, la morte potrebbe abbattersi su di loro.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti