Viterbo, trovati morti madre e figlio, si ipotizza un omicidio-suicidio

Cecilia Maria Fassine è stata ritrovata impiccata ad un albero e suo figlio senza vita coperto solo da una giacca

di antoniorug 22 Maggio 2016 15:45

Il cadavere di una giovane studentessa austriaca di 22 anni, Cecilia Maria Fassine è stato rinvenuto questa mattina nei pressi di Viterbo insieme a quello del figlio di soli cinque mesi e l’ipotesi al momento più accreditata è quella di un omicidio suicidio.

La donna, infatti, dopo essere scomparsa da un camping è stata ritrovata impiccata ad un albero vicino al corpicino senza vita del figlio, coperto solo da una giacca; ad effettuare la macabra scoperta sono state alcune persone che hanno allertato i vigili del fuoco, i quali erano già sulle tracce della giovane Cecilia Maria Fassine dopo la sua misteriosa scomparsa nella mattinata di venerdì da Montefiascone, un piccolo centro nei pressi del lago di Bolsena.

Il corpo del bambino così come quello della madre verranno sottoposti ad accertamenti medico-legali per riuscire ad accertare con esattezza le cause del decesso e sulla vicenda continuano ad indagare i carabinieri per riuscire a far luce su questo tragico caso di cronaca e trovare ulteriori indizi che possano cercare di dare una spiegazione a questo gesto efferato commesso dall’austriaca Cecilia Maria Fassine.

Tags: viterbo
Commenti