USA, costringevano il figlio di 7 anni a dormire in una bara. Arrestati

di Simona Vitale 5 Ottobre 2011 13:14

Esistono genitori che rappresentano per i  figli un modello esemplare ed altri che probabilmente mai avrebbero dovuto diventarlo. E’ il caso di una coppia  di Scranton in  Pennsylvania, USA.

Come riferisce il  quotidiano locale  Times-Tribune, una coppia costringeva il figlio di sette anni ad indossare dei pannolini, lo chiudevano in cantina, costringendolo poi a dormire in una bara e raccontandogli, per di più, che la stanza era anche infestata dai fantasmi.

I due “esemplari” genitori Lori Gardner, 26 anni, e Brian Sleboda, 31, sono accusati di limitazione illecita e di aver messo in pericolo la vita del bambino, e si trovano attualmente nel carcere di Lackawanna, dal quale potranno uscire, in attesa del processo, solo pagando una cauzione di 60 mila dollari ciascuno.

La polizia è stata allarmata dai vicini che hanno sentito il pianto del bambino. Giunti sul posto, gli agenti lo hanno trovato  in lacrime dinanzi alla porta del seminterrato. Indossava un pannolino ed era affamato. Il piccolo ha raccontato di essere stato portato, come già altre volte, dal patrigno in cantina per punizione. E’ stato anche reso noto che Sleboda ha cercato di chiudere la bara dove il piccolo avrebbe dovuto riposare con del nastro isolante. I pannolini invece servivano a sopperire la mancanza dei servizi igienici nella cantina.

Che genitori premurosi!

Scandalo a Scranton in Pennsylvania. Bambino rinchiuso in cantina dal patrigno. La polizia lo trova affamato e in lacrime.

Commenti