Uomo decapita la figlia di due anni e spiega: “Me lo ha ordinato il diavolo”

Il tragico fatto è avvenuto nella regione spagnola della Catalogna. Il criminale stesso ha chiamato gli agenti di polizia, dicendo loro che satana era ancora sul posto.

di Gianni Monaco 10 novembre 2011 17:38

Quale pretesto usare per giustificare orrendi crimini? Gli assassini cercano di assolversi in tutti in modo: o negando i fatti, o addebitandoli a forze superiori. E allora non di rado capita che a essere chiamato in causa sia niente meno che Satana.

“Me lo ha ordinato il diavolo”, con queste parole un uomo di origine latinoamericana ha giustificato il suo efferato crimine. L’uomo ha decapitato la figlia di appena due anni davanti alla sorellina di sei anni e prontamente lo ha comunicato alla polizia. Il tragico evento è accaduto oggi intorno all’ora di pranzo nella città di Girona in Catalogna (Spagna). La stampa iberica scrive che l’assassino, subito arrestato dalle forze dell’ordine, ha partecipato poco dopo alla ricostruzione del delitto con il cadavere della bambina lasciato sul posto. Quando sono giunti gli agenti di polizia, lo squilibrato mentale, che ora è in cella, ha affermato con sicurezza: “il demonio è ancora qui”.

Oltre 700 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti