Un autunno contro le pellicce: manifestazioni in tutta Italia

Sono sempre di più le proteste contro l'uso delle pellicce, che prevede l'uccisione degli animali per il solo dettame del superfluo.

di Giorgia Martino 5 Dicembre 2012 0:22

Le pellicce non sono etiche, e questo non è difficile da immaginare . Eppure molti non riescono proprio a pensare a quale atroce e inutile sofferenza si nasconde sotto questi capi di abbigliamento sostituibilissimi, considerando che il paleolitico è finito da un bel po’ e l’homo dovrebbe essere un tantino più sapiens e meno tontus. Peccato che molti personaggi influenti dello showbiz se ne facciano un baffo (sempre di pellicce si parla in fondo!) e mostrino spavalde colli vistosi di cadaveri, morti proprio per la faccia tosta di star molto poco sensibili. Basti pensare al putiferio che fra gli animalisti provocano gli abiti di Lady Gaga e di Jennifer Lopez!

Durante questo autunno si sta manifestando un po’ in tutta Italia contro le pellicce, e si segnala a tal proposito il 14 Dicembre a Roma la manifestazione di Animalisti Italiani Onlus e di Feder Fida. Si tratterà di una vero e proprio spettacolo in cui sfileranno modelli e modelle contro l’uso sanguinario e spietato delle pellicce.

La sfilata avrà inizio alle ore 11.00 a Largo dei Lombardi, alla fermata metro A di Piazza di Spagna. Oltre a manifestare contro le pellicce, gli animalisti coglieranno l’occasione per protestare contro l’uso dello smacchiamento dei jeans, che provoca molti danni alla salute degli esseri umani, degli animali e dell’ambiente. Secondo il sito dell’associazione Animalisti Italiani Onlus, molti stilisti hanno rinunciato al metodo della sabbiatura proprio a causa della sua nocività, mentre Dolce & Gabbana continuerebbero ad ignorare questo pericolo.

Inoltre segnaliamo che l’8 Dicembre prossimo Earth Riot (Convivenza Pacifica) e il Movimento Antispecista NonViolento propongono delle fiaccolate in Italia in più città possibili, il tutto in memoria delle vittime dell’industrie delle pellicce. Chi vuole maggiori info sull’iniziativa si rivolga agli organizzatori dell’evento su Facebook, per sapere anche quali saranno le città che aderiranno.

Invitiamo tutti a farsi presenti contro questo inutile eccidio di vite.

Commenti