Tassa su cani e gatti, Polillo fa marcia indietro

Su Twitter, marcia indietro del sottosegretario al ministero dell'Economia, Gianfranco Polillo, sulla presunta tassa su cani e gatti.

di Elena Arrisico 18 Maggio 2012 19:13

Arriva subito la smentita, dopo la notizia recente della tassa comunale su cani e gatti che prevedeva da parte dei Comuni la possibilità di istituire una tariffa per i proprietari di cani e gatti. Il sottosegretario al ministero dell’Economia, Gianfranco Polillo, prima ha affermato di essere d’accordo con la proposta presentata nel 2009 da due parlamentari del PDLJole Santelli e Fiorella Ceccacci – ma, poche ore dopo, smentisce tutto su Twitter.

Polillo aveva dichiarato di “concordare in linea di principio con l’istituzione di una nuova tassa sugli animali domestici“, mentre il presidente dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), Carla Rocchi, aveva subito affermato: “Questa tassa non esiste, è un pensiero primaverile dell’onorevole Vannucci che ha pensato di avere un’idea geniale quando, invece, non lo è. Anzi, è un’idiozia“.

Su Twitter, arriva la smentita da parte di Polillo, che scrive: “Tranquilli: nessuna tassa sugli animali domestici. Era solo una battuta nei confronti di un deputato che l’aveva proposta“, facendo dunque marcia indietro su quanto affermato alla Camera.

Commenti