Spacciatore di marijuana dona metà dei ricavi alle vittime di Sandy

Facendo appello ai suoi clienti, l'uomo ha raccolto 1400 dollari in due giorni scoprendo una vera e propria vocazione ad aiutare chi ne ha bisogno.

di Simona Vitale 15 Novembre 2012 9:07

La marijuana non aiuta le vittime del disastro. Ma il denaro può farlo. Si tratta di una semplice donazione effettuata da uno spacciatore di Brooklyn, NY, che ha donato la metà dei suoi proventi realizzati nell’arco di due giorni la settimana scorsa alle vittime dell’uragano Sandy. Ha parlato all’HuffPost Crime in condizione di anonimato. Lo spacciatore ha detto di non preoccuparsi delle implicazioni di trasformare i soldi della droga in soldi per le vittime di Rockaways NY , alcuni delle quali sono ancora senza casa. Voleva solo dare una mano, e ha raccolto 700 dollari, al giorno, per la causa.

Lo spacciatore ha detto di aver visto la devastazione a Breezy Point – dove 80 case sono state o allagate o rase al suolo – e ha deciso che era ora di fare qualcosa per le vittime. Ha avvertito la sua clientela lunedì scorso che bisognava “raccogliere” dei soldi, i quali sarebbero poi andati alle vittime di Sandy. Lui non è Pablo Escobar, ma uno spacciatore che ha raccolto 1.400 dollari in quei due giorni e che diventeranno pasti caldi, pannolini, acqua potabile e altre forniture di cui la gente sulla penisola di Rockaway ha ancora disperatamente bisogno. Il criminale ha confermato all’HuffPost di aver acquistato 50 coperte di lana che probabilmente andranno ai residenti che sono ancora senza casa.

Sì, ho fatto un po’ di soldi in più per me quei due giorni. Ma quando ho venduto l’erba ai miei clienti (cosa che normalmente faccio) stavolta sentivo che stavo andando a lavorare con uno scopo. Non quello di diventare ricco o di costruire un impero della marijuana, ma quello di aiutare, e questo è il mio lavoro. 

Organizzazioni come Lava Girl Surf e Rockaway Beach Club dispongono di centri di assistenza eretti estemporaneamente che cercano di raccogliere cose necessarie per le vittime delle zone colpite. Più di 1.000 volontari hanno aiutato a pulire le case allagate e consegnato rifornimenti durante il fine settimana per le due organizzazioni. Nel frattempo, i residenti della penisola Rockaway soffrono ancora, alcuni sono ancora senza elettricità e in cerca di risposte, dopo che Sandy ha distrutto le loro case.

Per chi desidera dare una mano, tante sono le opzioni a disposizione di tutti i cittadini di New York e del New Jersey per coloro che hanno ancora bisogno di rifornimenti.

Commenti