Rossgram: il sostituto di Instagram in Russia ma non solo

La guerra delle app chiuse alla Russia sta permettendo la nascita di app autoctone.

di Maria Barison 30 Marzo 2022 7:07

Ci sono nazioni come Cina e Corea del Nord che hanno un sistema controllato e da anni conosciamo essere gestite in maniera abbastanza dittatoriale dai propri governi, tant’è che dopo l’esclusione di Google aziende come Huawei si sono reinventate il proprio sistema. La cosa sembra stia nascendo anche in Russia con svariate app che sostituiranno quelle occidentali.

È dal 14 marzo che una delle app più influenti del mondo gestita da Meta azienda che ha dato i natii a Facebook ed Instagram, che quest’ultima è stata bloccata a causa dell’attacco della Russia ai danni dell’Ucraina. Molte aziende occidentali come McDonald’s e Netflix (tanto per fare due esempi, ma sono molte di più) hanno chiuso i propri servizi al Paese. Ma questo ha dato però una possibilità abbastanza pericolosa di isolare e controllare ulteriormente il popolo russo. Sì, perché la libertà di espressione viene a mancare sempre di più in questi giorni tanto che pure gli ultimi giornali considerati liberi si sono ritrovati a chiudere a causa delle pressioni subite dal governo.

A Mosca dove c'era McDonald's ci sarà "Zio Vanja". Il logo (molto familiare) c'è e farà hamburger veloci - HuffPost Italia

Si chiama Rossgram ed è l’app che si occuperà di sostituire Instagram, od almeno queste sono le intenzioni. Dal 28 marzo per placare un po’ gli animi quest’app ha dato la possibilità, per adesso solo a sviluppatori, sponsor ed investitori, di usufruirne. Considerando che gli utenti russi dichiarati attivi da Meta sono oltre 80milioni relegare questa possibilità solo ai suddetti sponsor era inutile, ma la fase iniziale dovrebbe finire ad aprile con l’accesso degli utenti. Colori ed utilizzo ricorderanno proprio Instagram con la differenza che Rossgram probabilmente non sarà accessibile dagli utenti “esterni” per problemi di sicurezza. L’app permetterà anche di avviare progetti di crowdfunding o di contenuti accessibili solo a pagamento, quest’ultima in fase di testing anche su instagram. Prima abbiamo nominato anche McDonald’s, beh è da più giorni che si conosce anche Zio Vanja che ha un logo a forma di B che sarebbe praticamente la M del Mc capovolta di 180 gradi. Anche Facebook ha un suo sosia e si chiama Vkontakte abbreviato nel logo con VK che significa proprio “in contatto” creata nel 2006 da Pavel Durov lo stesso di Telegram. Stesso anno in cui è stato creato Rutube alternativa al noto Youtube, che si è visto accrescere le visite toccando i 30 milioni di utenti. Tutto questo però non sta facendo felici chi con queste piattaforme ci lavora, come gli influencere di instagram che stanno dando l’addio ai propri follower cercando di lasciare messaggi con cui rimanere in contatto. Ricostruire una community non sarà affatto semplice.

Commenti