Roma, blitz dei vigili: nessun camion bar in regola

Controlli a tappeto in tutte la Capitale e multe di 1032 euro per tutti i chioschi che presentavano irregolarità.

di Simona Vitale 7 Maggio 2012 11:38

Sono stati una ventina i camion bar controllati a Roma, dal Colosseo fino a Trinità dei Monti in seguito ai controlli voluti dal sindaco della città Gianni Alemanno, e ordinato dall’assessore al Commercio Davide Bordonicon, per mezzo di una circolare inviata direttamente al comandante dei Vigili Urbani. Una ventina i bar controllati dunque, così come altrettante sono state le sanzioni a vario titolo: chi per occupazione abusiva di suolo pubblico, per aver occupato troppo spazio, chi per violazioni igieniche, altri ancora per insegne e cartelloni pubblicitari irregolari.

A proposito delle violazioni igieniche, nella metà dei camion bar il rivenditore lavorava da solo, preparando dunque i panini e riscuotendo poi il denaro, in molti casi anche senza camice e cappello, normalmente e obbligatoriamente richiesti per la somministrazione di bevande e alimenti. Gli esercizi più colpiti dai controlli a tappeto sono stati quelli di via di San Gregorio, largo Gaetano Agnesi, via del Tulliano e piazza della Colonna Antonina. A tutti i camion bar è stata fatta una multa di 1032 euro, mentre coloro che si sono resi rei di aver occupato abusivamente il suolo pubblico dovranno anche pagare l’indennità per l’occupazione abusiva maggiorata secondo un coefficiente numerico determinato dal Regolamento Cosap del Campidoglio.

Il blitz ha anche colpito i venditori ambulanti abusivi, portando al sequestro di merce contraffatta per un totale di 1200 pezzi, tra cui capi d’abbigliamento e ombrelli. I controlli proseguiranno anche nei giorni a venire e, sotto torchio, saranno principalmente i camion bar ancora una volta.

“Il decoro, e la lotta al degrado e all’abusivismo commerciale, deve essere una priorità dell’azione amministrativa, ed è uno dei primi obiettivi di operazioni come quella di oggi. Trasgressioni come quelle che abbiamo riscontrato tra i gestori dei camion bar non sono il risultato di lassismo dell’amministrazione: gli arredi abusivi, le insegne irregolari, sono infatti tra le forme di violazione più comuni tra le attività commerciali, spesso individuabili solo con operazioni puntuali e mirate. L’operazione decoro, comunque, è solo all’inizio” ha infatti commentato Stefano Napoli, comandante del primo gruppo di vigili urbani.

Commenti