Ragazzo di 15 anni muore durante allenamento di calcio

I primi esami medico-legali hanno rivelato che Alessio è deceduto per cause naturali. Non è certo se verrà disposto l'autopsia.

di Simona Vitale 22 dicembre 2012 12:04

Tragedia su un campo di calcio di un oratorio di Terni dove un ragazzo di 15 anni, Alessio, si è accasciato salvo poi non svegliarsi più. Soccorso immediatamente, il giovane è stato poi trasportato in ospedale. La morte del giovane si è consumata sotto gli occhi del nonno, ieri pomeriggio. Il 15enne gioca come portiere portiere degli allievi provinciali, con la polisportiva dilettantistica dell‘Oratorio San Giovanni di Campomaggiore, uno dei quartieri di Terni.

Alessio aveva compiuto 15 anni domenica scorsa oggi non avrebbe dovuto allenarsi avendolo già fatto ieri. Michele Carotenuto, vicepresidente della polisportiva e oggi allenatore per sostituire temporaneamente l’allenatore, ha raccontato che Alessio era stato chiamato per provare alcune punizioni. Stava mettendo a posto i palloni quando all’improvviso si è sentito male. Ancora sgomento e sotto choc, Carotenuto ha ricordato che il giovane è stato soccorso immediatamente da un medico (padre di un altro calciatore) presente sul campo da gioco, e da due infermieri, tempestivamente intervenuti.

Immediatamente sono stati allertati anche i carabinieri, mentre i primi rilievo medico-legali hanno rivelato che il decesso del giovane è avvenuto per cause naturali. Quale sia stato il tipo di malore che abbia effettivamente colpito Alessio, ancora non è dato saperlo. Così come è certo che l’autopsia sarà effettuata.

Come ha spiegato Carotenuto: “Abbiamo subito verificato i certificati medici e per noi è tutto assolutamente regolare”. Il quindicenne viveva con la sua famiglia a Borgo Rivo, uno dei quartieri di Terni a ridosso del centro della città. La sua passione era il calcio. L’Umbria vive di nuovo una tragedia simile a quello che era già accaduto qualche giorno fa, quando un altro giovane calciatore romeno è morto dopo una partita dilettantistica. Ora è toccato ad Alessio perdere la vita mentre era intento a praticare quella che era la sua più grande passione, il calcio che, in questo 2012, ha già mietuto diverse vittime.

79 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti