Premio Strega 2019, i cinque finalisti 

Stasera l'assegnazione del Premio Strega 2019

di fabiana 4 Luglio 2019 13:00

Ancora poche ore prima della finalissima del Premio Strega 2019 che si svolgerà come di consueto presso il Ninfeo di Villa Giulia, la storica sede di assegnazione del Premio. 

Rivediamo nel dettagli i cinque finalisti selezionato che contenderanno contenderanno la vittoria del prestigioso riconoscimento letterario che sarà possibile seguire dalle ore 23 su Rai 3. 

  • Antonio Scurati, “M. Il figlio del secolo”;
  • Benedetta Cibrario, “Il rumore del mondo”;
  • Marco Missiroli, “Fedeltà”;
  • Claudia Durastanti, “La straniera”;
  • Nadia Terranova, “Addio Fantasmi”.

La giuria, per decretare i 5 finalisti dalla rosa dei 12 semifinalisti, ha potuto esprimere tre voti per i migliori secondo ognuno. Tra i 5 finalisti, il favorito secondo quanto votato finora dalla giuria è Antonio Scurati con 312 voti seguito da Benedetta Cibrario con 2013 voti; al terzo posto troviamo Marco Missiroli con 189 voti, al quarto Claudia Durastanti con 162 voti e a chiudere la cinquina Nadia Terranova con 159 voti. Il vincitore verrà decretato dato che ai giudici non è permesso scegliere tre romanzi ma solamente uno.

Il favorito quindi resta Scurati. 

Benedetta Cibrario con ‘Il rumore del mondo’ (Mondadori): è un testo che si fonda su accurati studi d’archivio e sostenuto da una verve narrativa personale per affrontare con sguardo convenzionale il tema del Risorgimento attraverso il personaggio di Anne Bacon, inglese che abita in Piemonte. 

Claudia Durastanti con ‘La straniera’ (La nave di Teseo): è il racconto di un’educazione sentimentale contemporanea, l’affresco di una famiglia tra la Basilicata e Brooklyn, da Roma a Londra, dall’infanzia al futuro. 

Marco Missiroli con ‘Fedeltà’ (Einaudi): un romanzo sulla sofferenza, sulle profondità affettive di cinque personaggi normali attraverso lo sguardo spietato dello scrittore. 

Antonio Scurati con ‘M. Il figlio del secolo’ (Bompiani): è il favorito e racconta della nascita del fascismo in Italia, senza tralasciare alcun dettaglio per capire la nostra storia. Al centro del racconto, Benito Mussolini, per un romanzo importante.  

Nadia Terranova con ‘Addio fantasmi’ (Einaudi): un racconto emozionante per racconta un ritorno nella propria città natale e nella casa messinese alla ricerca di un padre scomparso. Un viaggio l’infanzia alla ricerca di tracce della figura paterna che non si dissolve nella menta della protagonista. 

Come previsto, Antonio Scurati, super favorito, trionfa con M. il figlio del secolo’ (Bompiani) e si aggiudica con 228 voti al Ninfeo di Villa Giulia, a Roma il Premio Strega.

Commenti