Nubifragio sul salernitano, evacuate 60 famiglie a San Gregorio

Nubifragio violento nel salernitano, a San Gregorio è forte il rischio di inondazione, evacuate per sicurezza 60 famiglie.

di Vincenzo Avagnale 8 Ottobre 2011 15:27

Il salernitano è stato colpito da un nubifragio che ha allertato tutte le forze dei vigili del fuoco e della protezione civile. A San Gregorio Magno le piogge hanno causato una frana che ha costretto all’evacuazione di almeno 60 famiglie. 

Durante le piogge un automobilista è stato colto dall’improvvisa valanga di fango, ma per fortuna i soccorritori sono riusciti a trarlo in salvo. Un altro è stato ferito in modo lieve dalla frana ed è stato portato in ospedale per accertamenti. Non è possibile quantificare esattamente i danni, ma sarebbero decine le abitazioni allagate e quindi inagibili. Distrutte anche almeno 10 automobili. Nessun disperso fortunatamente.

A causare l’evacuazione delle 60 famiglie è stato però un invaso che si trova a monte rispetto alla frazione di Teglia, che a detta dei vigili del fuoco metterebbe in serio pericolo gli oltre 200 abitanti del paesino. 16 squadre, per oltre ottanta uomini, sono impegnate sul territorio della provincia di Salerno, in particolare a Buccino, San Gregorio Magno e Battipaglia.

La protezione civile della Regione Campania sta monitorato la situazione in collaborazione con gli assessorati competenti. Edoardo Cosenza sta seguendo l’evolversi degli eventi in collaborazione con l’assessore provinciale Antonio Fasolino. Molti i volontari all’opera su tutto il territorio.

L’assessore Marco Picari, di San Gregorio Magno, ha descritto come la situazione sia drammatica: ” il fango è ovunque, abbiamo subito ingenti danni alle abitazioni e ai laboratori degli artigiani che lavorano nel nostro paese. Un pastore è bloccato in altura con il suo gregge e sebbene siamo riusciti a contattarlo telefonicamente siamo molto preoccupati per la sua sorte in quanto il mal tempo non ci permette di prestargli soccorso”. 

Per il momento la situazione è sotto controllo, tuttavia il presidente della regione Campania Caldoro ha dichiarato di aver allertato gli organi regionali competenti per dare tempestivamente aiuto alla provincia in caso la situazione dovesse peggiorare.

Commenti